Manovra approvata anche alla Camera. Soddisfatto Berlusconi

ROMA – Approvata in Parlamento la Manovra finanziaria. In tempi record è arrivata l’approvazione sia alla Camera che al Senato. In meno di una settimana è stato completato l’iter dell’intervento legislativo, grazie ad una collaborazione reciproca tra maggioranza e opposizione.

Rispetto all’impostazione iniziale la manovra è stata rafforzata, con l’obiettivo di ridurre il deficit di 47,84 miliardi di euro nei quattro anni fino al 2014, dai circa 40 miliardi di euro rispetto alla prima approvazione al Consiglio dei Ministri.

La votazione alla Camera è arrivata dopo che il governo ha posto la fiducia, con 316 voti favorevoli e 284 contrati e 2 astenuti.

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, interrogato sulla manovra ha respinto le polemiche che lo ritraevano troppo silenzioso nell’ultimo periodo: “mi si attribuisce un silenzio inspiegabile in questi giorni. E’ molto chiaro invece che le cose recentemente accadute che mi hanno riguardato da vicino sono tali che se dicessi quello che penso davvero non coinciderebbe con gli interessi del Paese in questo momento di attacchi internazionali. Il mio senso di responsabilità mi ha quindi impedito di dichiarare quello che penso”.