NO ALLA DISCARICA DI BATTAGLINA. Il Comitato Lametino per l’Acqua Pubblica risponde al Movimento Cinque Stelle

comitato-lametino-acqua-pubblica

{youtube}x-aaNRke0Uc{/youtube}

Rispetto poi alla ineluttabilità ed alla rassegnazione contenuta nelle frasi: “…davanti a un iter amministrativo concluso e vista la regolarità formale degli atti, riteniamo che sia più utile sorvegliare e controllare che l’opera ultimata nel pieno rispetto della legge e dell’ambiente”, noi contrapponiamo la mobilitazione dei cittadini e dei movimenti che hanno aderito al comitato No Discarica di Battaglina perché crediamo che nulla sia predestinato e che la volontà degli abitanti di un luogo sia sovrana rispetto al profitto ed alle logiche del mercato e ci sorprende che “i parlamentari, in sintonia con il Meetup di Catanzaro, chiedono un incontro congiunto con la proprietà dell’isola ecologica e con il Comune di San Floro, per la creazione di un comitato che vigili sull’esecuzione dei lavori”, perché un comitato esiste già e non soltanto vigilerà sulle correttezza delle procedure ma farà di tutto per bloccare lo scempio della Battaglina.
Noi ribadiamo che il solo antidoto alle discariche sia una gestione pubblica e partecipate dei lavoratori e dei cittadini al ciclo dei rifiuti con una raccolta differenziata spinta, porta a porta e per una politica gestionale che abbia come obiettivo “rifiuti zero”.