Roma, il Tar annulla la Giunta Alemanno per insufficienza di ‘quote rosa’.

Roma – Il Tar del Lazio ha annullato la Giunta del Comune di Roma per il mancato rispetto delle ‘quote rosa’. Lo hanno deciso i giudici della seconda sezione, presieduti da Luigi Tosti, i quali hanno accolto i ricorsi proposti dai Verdi di Bonelli, dalle consigliere comunali di Roma di Pd e Sel Monica Cirinnà e Maria Gemma Azuni, ed dalle consigliere di Parità della provincia di Roma e della regione Lazio, Francesca Bagni e Alida Castelli.

Due le ordinanze del sindaco della Città capitolina che il Tar del Lazio ha annullato: si tratta del provvedimento di nomina della giunta – emesso nel gennaio scorso – e di tutti gli atti successivi e consequenziali, tra le quali l’ordinanza con la quale Gianni Alemanno il 2 marzo ha confermato la giunta fornendo una motivazione più articolata rispetto al primo provvedimento.

La II sezione del Tar del Lazio al momento ha emesso solo un dispositivo di sentenza, ma entro 45 giorni il collegio pubblicherà le motivazioni della decisione. Con i due ricorsi proposti è stato dunque formalmente contestato il provvedimenti di nomina delle due giunte Alemanno, ritenendo che sia stato violato lo Statuto comunale per l’insufficiente presenza di donne nell’esecutivo.