Febbraio 28, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Rivelare i laboratori segreti di Apple

Rivelare i laboratori segreti di Apple

Un media americano ha visitato una fabbrica di chip a Cupertino e ha parlato faccia a faccia con Johnny Srouji, capo della Apple Silicon.

Se sei aggiornato sulle novità Apple da un po', saprai che c'è una costante indistruttibile La segretezza con cui l'azienda sviluppa i suoi prodotti. I due sono dentro hardware Come avviene nel Programmazione. Poter visitare i migliori laboratori e uffici di Apple Park è qualcosa riservato a pochi fortunati.

Ma di tanto in tanto possiamo dare un'occhiata grazie all'autorizzazione che Apple concede ad alcuni media. Questa è la situazione CNBCIn cui all'inizio del mese ho potuto entrare Uno dei complessi segreti in cui sono progettati i chip Apple Silicon.

È qui che vengono testati i chip Apple

Queste sono cose che non si possono vedere nemmeno agli eventi Apple. Nel video della CNBC che puoi vedere sopra, possiamo vedere come Apple Park (in una posizione specifica e sconosciuta) abbia “chip labs” pieni di scaffali con quelle che sembrano schede madri personalizzate. Scopri i design che Apple sta creando per le generazioni future dei suoi prodotti.

La persona responsabile di garantire che tutto funzioni senza intoppi è Godfrey D'Souza, Senior Validation Manager hardware. Lui stesso ci spiega qual è il compito principale della sua squadra Trova difetti di produzione e/o progettazione nei tuoi chip E risolverlo. Avvicinati il ​​più possibile alla perfezione per garantire l'affidabilità e l'efficienza che siamo abituati a vedere su iPhone e Mac, il tutto sotto la guida di Johnny Srouji e John Ternos.

I test a cui vengono sottoposti i chip non sono specificati per ovvie ragioni, ma ci viene lasciato intendere che i test di temperatura sono alcuni dei test più importanti eseguiti in queste strutture. Una delle sfide più grandi per qualsiasi chip o SoC è la capacità di raffreddarsi, anche senza ventilazione attiva e in dispositivi piccoli come Apple Watch o AirPods.

Srouji e Ternos discutono di ciò che considerano un grande passo avanti nei loro ultimi chip. Questi includono la possibilità di produrre impatto Raytracing (Traccia Ray) nell'iPhone 15 Pro, grazie al chipset A17 Pro, e ci ricordano anche che hanno già utilizzato l'imaging ottico a 3 nm in quei chip e nell'M3, e che la corsa per ridurre le dimensioni dei transistor continua.

Le sfide per il 2024 e oltre: maggiore autonomia, diversificazione della produzione e intelligenza artificiale

La CNBC illustra le sfide che Apple dovrà affrontare in futuro: Diventi sempre più indipendentee smettere di fare affidamento su altri produttori per componenti che sono ancora essenziali. Come il modem 5G, che è ancora di Qualcomm quando sappiamo che Cupertino desidera da anni un proprio modem. Le voci più pessimistiche dicono che non lo vedremo prima della fine del decennio.

Un'altra sfida è la diversificazione della produzione, una questione di cui abbiamo discusso più volte in questo Consiglio. La situazione geopolitica fa desiderare a tutte le aziende Smettere di fare così tanto affidamento sulla CinaE concordando con i fornitori di installare i loro complessi in altri paesi asiatici o addirittura negli Stati Uniti. Sarà una cosa progressista che vedremo nei prossimi anni.

READ  10 smartphone più economici di iPhone 13 Mini

Apple fa affidamento sull'integrazione di software e hardware per ottenere i vantaggi di lavorare con l'intelligenza artificiale

Ma Forse la cosa più importante da affrontare è l’intelligenza artificiale: Tutte le aziende l'hanno abbracciato dopo la sua apparizione ChatGPT. Le principali aziende tecnologiche sono impegnate ad adattare i propri chip in modo che possano funzionare in modo più efficiente e Apple non si adagia sugli allori. Nell’intervista a Srouji e Ternos è stato chiesto se Apple fosse rimasta indietro nella rivoluzione dell’intelligenza artificiale. Suruji risponde che non ci crede affatto e Ternus risolve con un semplice “Non c'è niente di cui preoccuparsi”.

I dirigenti Apple sono consapevoli di questa rivoluzione dell’intelligenza artificiale, ma credono di avere una finestra competitiva grazie alla progettazione dei propri chip. Sappiamo che ci sono risorse come Apple MLX e Ajax in lavorazione, con iOS 18 che aprirà le porte all'intelligenza artificiale generativa di Apple.

Ad Abelsvira | È trapelato il codice iOS 18 che rivela i segreti dei quattro telefoni iPhone 16s che Apple sta preparando

Ad Abelsvira | Apple sa già come alimentare la propria ChatGPT: l'handshake mediatico