Lamezia, il “Coordinamento sanità 19 marzo” sostenuto da tutto l’hinterland verso l’incontro con Oliverio e Scura

LAMEZIA TERME – “La mattinata di ieri, 14 luglio, si è presentata come importante per quanto il coordinamento 19 marzo si è prefissato di ottenere ai fini dell’ampliamento dei servizi dell’ospedale Giovanni Paolo II di Lamezia Terme. Armando Cavaliere ha incontrato dapprima il Direttore Generale Giuseppe Perri e, successivamente, il Sindaco Paolo Mascaro. L’incontro con il Dott. Perri è iniziato affrontando la questione del centro protesico INAIL in quanto è di pochissimi giorni fa l’ultima riunione tra la delegazione della dirigenza dell’Istituto e la direzione generale dell’ASP di CZ. Circa la struttura (arredi, tecnologie, ecc…) sembra proprio procedersi nei tempi indicati dall’inizio, quanto sul personale si procederà ad attingere dalle graduatorie già presenti per ciò che attiene alle figure di terapisti e infermieri, per quanto riguarda invece i medici fisiatri, già nella settimana prossima dovrebbe procedersi alla pubblicazione di un bando di concorso. Prenderà domani servizio il nuovo Primario del reparto di Cardiologia, Dott. Ceravolo e si procederà a settembre con l’arrivo del nuovo Primario di Rianimazione, oltre a nuovi cambi nelle posizioni di vertice. Per quanto più da vicino interessa i “famosi” 20 milioni da destinare al nosocomio lametino dal Patto per la Calabria si attende il Decreto, avendo già il Comitato interministeriale per la programmazione economica (C.I.P.E.) deliberato sugli stessi, così da poterli utilizzare per migliorare la stessa struttura ospedaliera anche dal punto di vista funzionale tra i reparti. Circa le assunzioni si aspettano ancora (e sembrano avvicinarsi) n. 37 tra varie figure quali medici, Primari, tecnici e fisioterapisti dal Piano assunzione 2016 e nel prossimo (2017) dovrebbero essere confermate le figure appena prorogate fino al 31 ottobre p.v.: 10 infermieri e 9 O.S.S. Nell’ambito amministrativo potrebbero arrivare n. 46 (26 a Lamezia e 20 a Catanzaro) operatori tirocinanti da una procedura concorsuale regionale appena conclusasi. In questo stesso mese verranno pagati i premi di risultato e produttività 2016. Il Dottore Perri continuerà, fino alla cessazione del suo incarico, a fare quanto nelle sue possibilità per migliorare sempre di più la situazione. I due si sono lasciati con l’impegno preso dal Direttore a vedere periodicamente il coordinamento per aggiornamenti. Al Comune è giunta questa mattina la sottoscrizione di tutti i Sindaci del comprensorio, e la loro condivisione quindi, della “Piattaforma di rivendicazione” stilata dal coordinamento 19 marzo che sarà resa nota, con la richiesta di un incontro, al Presidente della Regione Oliverio, alla struttura commissariale oltre che al Governo, tramite il Dicastero interessato.
Lamezia Terme continua a voler contare in questo settore che per anni l’ha vista ai vertici della qualità”.

Coordinamento sanità 19 marzo