Volley, Conad Lamezia: parla coach Nacci

LAMEZIA TERME – Un turno di riposo che ha comportato, inevitabilmente, l’assottigliamento del vantaggio accumulato dalla Conad Lamezia in vetta alla classifica. Se Pozzallo ha perso in maniera netta, rimanendo a -6 dai giallorossi, Cinquefrondi ha invece ridotto a 4 le lunghezze di distanza da Spescha e compagni. Un margine comunque rassicurante e gestibile per la Conad in virtù anche del turno di riposo che entrambe le due più dirette inseguitrici dovranno ancora osservare (Pozzallo il 4 marzo – Cinquefrondi il 24 marzo). Il tutto in un mese che si chiuderà con la Final Four di Coppa Italia in programma a Porto Viro (30-31 marzo).
Per coach Nacci la sosta è l’occasione buona per fare dei ringraziamenti.
“Questo primato in classifica e la Final Four di Coppa Italia che si avvicinano sono risultati da condividere con tanti. Il merito è sicuramente dei ragazzi che scendono in campo e che giornata dopo giornata stanno dimostrando di che pasta sono fatti, ma ci sono altre persone che lavorano nell’ombra e meritano un sentito ringraziamento da parte mia. A cominciare dalla società che è sempre presente e non ci fa mai mancare nulla. Voglio poi spendere una parola per il mio staff, dal mio secondo Matteo Tarzia, persona seria, competente ed affidabile, allo scoutman Raffaele Natalia che sta diventando sempre più preciso e puntuale con i suoi dati e le sue statistiche, dai fisioterapisti Mario Amendola e Nicolò Piluso, il primo sempre disponibile e pronto a farci usufruire della sua palestra e dei macchinari presenti nel centro per guarire dai vari acciacchi, il secondo diventato ormai quasi una mascotte. Poi devo ringraziare il preparatore atletico Luigi Ditano con il quale abbiamo fatto un richiamo di preparazione in questa settimana, il sempre presente e disponibile Enzo Angotti e il team manager Andrea Saladini capace di risolvere ogni problema e organizzare le nostre giornate. Ma anche tutti quelli che ci danno una mano a sistemare il campo la domenica, a trasportare i materiali da Lamezia a Pianopoli ogni settimana. Sono tanti i dirigenti e i semplici amici che si spendono quotidianamente per noi. Senza di loro noi non riusciremmo a fare ciò che stiamo facendo, non saremmo capaci di essere così competitivi. La nostra forza è il gruppo, inteso come intero entourage societario e tecnico. Ora dobbiamo continuare così, non abbassare la guardia e mantenere la stessa fame e la stessa grinta. La stagione è ancora lunga – conclude Nacci – e per centrare i nostri obiettivi c’è bisogno del lavoro e dell’apporto di tutte le componenti”.