Volley, la Conad ospita la Monini Spoleto: le parole di Gianpietro Rigano

Lamezia Terme – Ultime tre fatiche di una stagione decisamente sfortunata. Il campionato della Conad Lamezia, la sua esperienza in serie A2, sta ormai per chiudersi e se la classifica non si può cambiare resta il dovere di onorare il torneo fino alla fine e di dimostrare di valere qualcosa in più di quei miseri 8 punti in classifica.
“Da ormai qualche tempo ci siamo rassegnati ad un epilogo ormai ineluttabile. È un campionato che non è stato particolarmente fortunato per noi ma anche noi non siamo stati bravi nelle occasioni che abbiamo avuto a svoltare e far diventare più vivo e più interessante questo torneo – sottolinea coach Gianpietro Rigano – Ora dobbiamo solo dimostrare quanto ci teniamo a questo lavoro e quanto amiamo la pallavolo. La voglia di certo non ci manca. È ovvio che inconsciamente un po’ di rilassamento c’è stato e lo si avverte soprattutto nei primi giorni di lavoro in palestra ogni settimana, ma alla vigilia della gara tutto cambia perché i ragazzi sanno di essere giudicati e quindi si caricano. Quanto all’esito finale, che dire? Noi finiremo prima di altre 17 squadre che il prossimo anno saranno comunque in A3 con noi ma che lo saranno solo dopo aver lottato per un altro mese e mezzo. Lo avevamo messo in conto questo epilogo, certo fa comunque male chiudere così con largo anticipo. Quello che dobbiamo tutti però tenere bene a mente è che abbiamo giocato in Serie A quest’anno, che Lamezia ha avuto la serie A anche se a Lamezia non ci siamo mai stati, né per giocare né per allenarci e anche se non ho conosciuto nessun lametino in questa stagione che già non conoscessi in precedenza. I ragazzi questo devono tenerlo a mente, hanno avuto la fortuna e la possibilità di giocare in serie A e devono continuare a sfruttare questa opportunità per le ultime 3 gare rimaste”
La prossima, domenica a Cosenza, vedrà la Conad Lamezia sfidare alle 15 la Monini Spoleto, squadra indicata da tutti ad inizio stagione come una delle favorite al salto di categoria ma oggi un po’ in affanno
“Spoleto sicuramente è una delle formazioni più complete del campionato, però non è riuscita ancora ad essere costante nell’esprimere quel gioco che potrebbe invece avere. Ha un roster di assoluto valore e quindi forse ci si aspettava qualcosa di più. Il cambio di allenatore ha portato qualcosa ma credo che dovranno lottare fino all’ultimo pallone per vedere dove possono arrivare”.