‘Ndrangheta: droga da Spagna e Panama, 54 arresti

REGGIO CALABRIA – 54 persone indagate, a vario titolo, per associazione finalizzata al traffico illecito di stupefacenti, traffico e detenzione illegale di droga con l’aggravante delle modalità mafiose.

È questo l’esito dell’indagine che ha portato stamani a far scattare un blitz, condotto dai carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Roma in collaborazione della Guardia Civil Spagnola, che stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, tra Roma, appunto, e Spoleto, Rieti e Lecce ma anche a Reggio Calabria, così come all’estero, in particolare in Spagna e a Panama.

Tra i membri dell’organizzazione anche un calabrese stabilitosi da tempo nella Capitale e considerato contiguo alla ‘ndrina Filippone-Bianchino-Petulla, attiva tra Cinquefrondi e Melicucco, nel reggino, e federata ai Bellocco di Rosarno.

L’operazione nasce da un’indagine condotta dal Nucleo investigativo capitolino che avrebbe individuato una presunta associazione che gestiva il traffico di stupefacenti e attiva nel quartiere romano di Montespaccato e dove, secondo quanto emerso dalle investigazioni, la struttura criminale avrebbe imposto la sua egemonia nel traffico di grossi quantitativi di cocaina, marjuana ed hashish.

Un altro gruppo criminale sarebbe stato attivo, invece, nei quartieri di Torrevecchia, Primavalle, Casalotti e Borgata Ottavia, sempre nella Capitale.

Nel corso delle indagini sequestrati quintali di droga arrivati in Italia nascosti all’interno della struttura metallica di particolari macchinari: il valore dello stupefacente intercettato sul mercato valeva la stratosferica cifra di oltre un miliardo e trecento milioni di euro.