Lamezia, i progetti in programma per il 50esimo anniversario

LAMEZIA TERME – Fervono i preparativi in occasione del 50esimo anniversario della nascita di Lamezia Terme. Sono numerosi, infatti, le iniziative e i progetti elaborati dal Comitato per il 50ennale di Lamezia, presieduto da Basilio Perugini. Le attività per la ricorrenza saranno realizzate grazie alle collaborazioni volontarie e con l’apporto dei contributi volontari donati da professionisti e imprenditori della nostra città che vorranno offrire il proprio contributo alla realizzazione dei progetti .

Già il primo progetto riguardante un concorso per la realizzazione del logo del Comitato, progetto finanziato dal Poliambulatorio Lametino srl; ha avuto la sua realizzazione.

Si è appena concluso il Concorso sul tema dell’unità di Lamezia Terme, assegnato alle scuole del primo ciclo di istruzione e alle scuole secondarie di 1° e 2° grado.

E’ in corso di realizzazione l’annullo filatelico postale che sarà utilizzato il giorno 4 gennaio 2018, giorno del “Compleanno” di Lamezia Terme, giorno in cui si svolgeranno le manifestazioni inaugurali dell’anno lametino al Teatro Grandinetti. In particolare nel pomeriggio alle ore 16 saranno consegnati i premi dei due concorsi suindicati e, tra l’altro, saranno soprattutto i giovani a parlare della Lamezia che vogliamo. Successivamente alle ore 21 l’Orchestra Giovanile della Calabria (apprezzata a livello nazionale) diretta dal Maestro lametino Ferruccio Messinese, eseguirà un concerto sinfonico. Verranno anche assegnati certificati di benemerenza a lametini che hanno onorato e dato prestigio alla Città con le loro attività.

I progetti in programma sono tanti ed importanti. Lo scopo è uno solo: risvegliare l’orgoglio lametino in un momento tanto difficile per una comunità onesta e laboriosa e realizzare finalmente quell’unità e quella Città immaginata da un Uomo lungimirante che ha dedicato gran parte della sua vita, ha profondamente amato ed ha sempre disinteressatamente difeso la dignità di quello che definiva il “Popolo mio” e cioè il Popolo di Lamezia”.