Casa, in Calabria riparte solo il settore delle locazioni: prezzi al +6%

CATANZARO – Non si arresta il trend al ribasso dei prezzi del mattone in Calabria, dove nel primo semestre del 2018 i valori degli immobili residenziali in vendita sono scesi dello 0,9%. È questa la principale evidenza dell’Osservatorio di Immobiliare.it sul mercato calabrese. Va meglio sul fronte delle locazioni, settore ufficialmente in ripresa nella regione tanto che i canoni richiesti sono aumentati del 6% su base semestrale.
A Reggio Calabria prezzi delle vendite in picchiata
Nel mercato delle compravendite, caratterizzato in generale da prezzi ancora in diminuzione, alcune città capoluogo di provincia segnano oscillazioni particolarmente importanti: è il caso di Reggio Calabria, dove i costi delle case in vendita registrano un -6,2% su base semestrale. Non va meglio a Cosenza e Vibo Valentia, che perdono entrambe quasi 3 punti percentuali. La performance migliore è quella di Crotone, l’unica in controtendenza con un incremento dei prezzi richiesti dello 0,5%.
Sul fronte prezzi è proprio Crotone la città in cui si spende di più per acquistare un immobile, con valori al metro quadro di 1.135 euro, più della media regionale che si arresta a 1.015 euro al mq. In regione è, al contrario, economico comprare casa a Reggio Calabria, appena 942 euro al metro quadrato.
Locazioni: aumenti record a Catanzaro
Sulla scia di quanto sta accadendo in altri grandi città italiane, anche Catanzaro beneficia di una importante risalita dei canoni di locazione richiesti. Nei primi sei mesi dell’anno le cifre per affittare casa hanno recuperato ben 7 punti percentuali. Importante anche l’oscillazione positiva dei valori a Cosenza e Crotone, rispettivamente +4,5% e +4,6%. In controtendenza nel comparto delle locazioni Reggio Calabria (-4,2%) e Vibo Valentia (-3%) con valori ancora in discesa.

Di seguito la tabella con l’Osservatorio sul mercato residenziale in Calabria, riferito all’andamento dei prezzi di vendita richiesti: