CASO TARANTINI: PROCURATORE LAUDATI ASCOLTATO AL CSM

E’ appena giunto a Palazzo dei Marescialli, sede del Consiglio Superiore della Magistratura, il procuratore della Repubblica di Bari, Antonio Laudati, che dovra’ essere ascoltato dalla prima commissione nell’ambito della pratica aperta circa presunti ritardi nell’inchiesta sulle escort reclutate da Giampaolo Tarantini per le feste nella residenza privata del premier, Silvio Berlusconi. Lunedi’ scorso, per tre ore e mezza, i consiglieri della prima commissione, che si occupano degli accertamenti disciplinari, presieduta da Nicolo’ Zanon, hanno ascoltato l’ex pm di Bari Giuseppe Scelsi, attualmente procuratore generale della Corte d’appello del capoluogo pugliese, che per primo indago’ sul giro di escort delle feste del premier tra il 2008 e il 2009. Scelsi ha ribadito le accuse che aveva gia’ formulato con un esposto nei confronti del suo ex capo ufficio Antonio Laudati. In particolare, l’ex pm di Bari ha sostenuto che Laudati gli aveva impedito di leggere una informativa conclusiva depositata dagli investigatori della Guardia di Finanza per ritardare la chiusura dell’inchiesta.