Iniziati i lavori di allestimento predisposti dalla Diocesi di Lamezia Terme per la Santa Messa di Papa Benedetto XVI del prossimo 9 ottobre nell’Area “Ex Sir” di Lamezia Terme

Nell’Area “Ex Sir” di Lamezia Terme sono iniziati i lavori di allestimento prediposti dalla Diocesi di Lamezia Terme per la Santa Messa di Papa Benedetto XVI del prossimo 9 ottobre alle ore 10.00, in diretta Rai Uno. I lavori sono stati affidati alla Show Net di Ruggero Pegna, struttura organizzativa che ha sede proprio a Lamezia e che ha firmato alcuni dei più importanti eventi effettuati al Sud, dalla “Sera dei Miracoli” al Porto di Gioia Tauro con oltre duecentomila persone, al tributo a Gianni Versace con Elton John allo stadio di Reggio, all’indimenticabile “Notte degli Angeli” di Paravati dedicata alla mistica Natuzza Evolo. Lo stesso organizzatore precisa in una nota: “L’area prescelta è certamente unica per estensione, tra l’altro tutta pianeggiante, centralità, condizioni oggettive di sicurezza e accoglienza per decine di migliaia di fedeli. Il lavoro di Questura e Commissariato per l’analisi e gestione dei flussi veicolari (auto, bus e navette), pedonali e dei parcheggi individuati all’interno e all’esterno dell’immensa Area Ex Sir nelle zone limitrofe a quella che sarà allestita, procede con grande meticolosità, di concerto con la stessa Curia. L’allestimento ha avuto inizio nei tempi previsti. Innanzitutto – continua Pegna – abbiamo provveduto alla canalizzazione della rete elettrica dell’immensa area, grazie all’accollo delle spese dello specifico intervento da parte della Lamezia Europa, proprietaria del terreno che, tra l’altro, offrirà pure l’albero di ulivo che sarà impiantato nel palcoscenico. Da ieri è iniziato l’arrivo dei mezzi che trasportano le strutture e il materiale necessario per stabilizzare l’area di posa. Il palcoscenico che ospiterà Sua Santità, l’Altare e i Vescovi concelebranti sarà largo quaranta metri ed avrà una copertura completamente a sbalzo. Fino al 9 ottobre lavoreranno oltre duecento persone tra tecnici e operai che poi, subito dopo la conclusione, provvederanno all’immediato smontaggio. Da oggiAggiungi un appuntamento per oggi si lavorerà ininterrottamente, grazie anche all’illuminazione notturna garantita dalla Malgrado Tutto, per realizzare, inoltre, le sagrestie, una struttura coperta per coro e orchestra, torri audio, impianti video, strutture scenotecniche, posizionamento di duecentocinquanta bagni chimici, di cui molti per disabili e di oltre cinque chilometri di transenne. Il palcoscenico sarà sormontato da un’immensa Croce disegnata dal maestro Gerardo Sacco, ispirata alla Croce di Cortale. Nella prossima settimana si insedieranno anche i mezzi di Rai Uno, che curerà la diretta fino alla Recita dell’Angelus, quelli di Radio Vaticana e di Mediaset, che garantirà servizi nei suoi telegiornali, oltre a varie postazioni per il resto della stampa accreditata. In questi giorni – conclude l’organizzatore – ho seguito il dibattito su costi e lavori. Per quanto riguarda l’allestimento, intendo precisare che il progetto si realizzerà nel rispetto delle condizioni indispensabili per l’effettuazione, possibilmente dignitosa, di un simile storico evento che prevede la Santa Messa del Pontefice, l’afflusso di decine di migliaia di fedeli in un’area particolarmente estesa, la ripresa televisiva delle maggiori testate.” E’ possibile ritirare il proprio pass per partecipare alla Santa Messa rivolgendosi alle proprie Parrocchie, allo 096821923, al numero verde 800.990.800. (nella foto il progetto del palcoscenico)