Lamezia, “L’evoluzione del giornalismo, dalla carta stampata al web”: gli studenti del Liceo Galilei Galileo incontrano il giornalista Antonio Barillà

LAMEZIA TERME – Oggi 20 dicembre si è svolto il convegno “L ‘ Evoluzione del giornalismo, dal là carta stampata al web” presso il LICEO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI che con la collaborazione dell ‘ESAARCO UNIVERSITY ha promosso l’incontro degli studenti con il giornalista del Corriere dello sport Antonio Barilla’ .
Indiscutibile è oggi la rapidità dell’online per trovare un’informazione ed è indiscutibile l’importanza della carta per la lettura e lo studio.
La storia ci insegna che le tavolette ,i papiri,le pergamene ,le carte hanno consentitodi ricostruire la storia di popoli scomparsi da millenni e di conservare la storia di popoli ancora presenti. L’online, ha evidenziato Barilla’ ha la vita dell’attimo.
Oggi il lettore dovrebbe spostarsi da un supporto ad un altro .
Spesso la rete fa si che si usi la rete nel modo più confacente al produttore e quindi bisogna promuovere una “deontologia “ di direttori ed editori che eviti lo sfruttamento dell’informazione online.
La rete garantisce l’accesso a una sterminata informazione, ma bisogna
insegnare a saperla gestire.
L’informazione via web e quella giornalistica sono differenti: Il sito ha informazioni e spazi illimitati ,il giornale cartaceo deve affinare la selezione e l’economia degli spazi.
Oggi bisognerebbe progettare meglio la formazione e il loro utilizzo, in modo che i nostri figli possano trarne il meglio di entrambi.
Gli studenti del Liceo Scientifico svolgeranno l’alternanza scuola lavoro presso ESAARCO University, per imparare a scrivere un articolo di giornale cartaceo e sul web ,l’iniziativa promossa dalla Dirigente Teresa Goffredo con i responsabili dell ‘ ESAARCO, mira alla formazione degli studenti e all’acquisizione della consapevolezza dell’importanza che ha oggi l’informazione e il ruolo del giornalista che deve verificare l’importanza e la veridicità dell’informazione del web e della carta stampata che deve puntare sull’ approfondimento delle notizie.
“Per avere in mano la propria vita si deve controllare la quantità e il tipo di messaggio a cui si è esposti” “Nella società dell’informazione non smettiamo mai di pensare”.
Gabriella Di Varano.