LE PIANTE INCRIMINATE

Salve a tutti voi, mi presento, sono G.P. scrivo in nome di tutti gli esercenti, che in data 14 luglio corrente mese, si sono visti redigere un verbale di ben 150 euro per occupazione abusiva di suolo pubblico, le contestazioni in atto però non si riferiscono a gazebo o a strutture similari d’indubbio impatto, da non crederci ci si contesta il fatto, che nella totale buona fede, allo scopo di abbellire il corso e l’isola pedonale, carenti di tali strutture di fronte alle nostre attività abbiamo posto delle fioriere o ci siamo presi cura di quelle pubbliche ove presenti, senza però presentare apposita domanda. Pertanto coscienti dell’enorme torto protratto, il nostro senso civico ci impone delle scuse, e ricordando che la nostra libertà termina la dove inizia la vostra, chiediamo scusa a tutti i nostri amati concittadini, per averli privati di spazi cosi importanti per il loro benessere e della loro libertà. Mi scuso per il mio sarcasmo verso di voi mie cari concittadini, ma credo sia un modo molto garbato, per rendervi partecipi e schernire tale atto, che cosi come è stato eseguito e per i motivi per il quale lo si è effettuato, rasenta ridicolo se li contestualizza alla città e alle sue reali problematiche. Caro sindaco, io mi sono esposto pubblicamente non vorrei che per il un mio libero pensiero, possa essere vittima di ritorsioni, non si sa mai siamo sempre a Lamezia Terme, questa è solo una battuta per riportare il discorso sulle reali problematiche di questa città ………. BUONA GIORNATA A TUTTI VOI