Morano Calabro: viola legge sulla caccia, denunciato cacciatore

MORANO CALABRO – Un cacciatore di Morano Calabro è stato denunciato dai carabinieri forestali per aver violato la legge sulla caccia. L’uomo è stato infatti sorpreso in contrada “Monastero di Colloreto” a Morano, area limitrofa alla zona 2 del Parco del Pollino, con alcuni ungulati che avrebbe abbattuto poco prima.
I militari hanno così effettuato un controllo durante il quale è emerso che il fucile usato per l’attività venatoria non era dotato dell’apposito “riduttore” ed era quindi predisposto a contenere più di due munizioni all’interno del serbatoio, rendendo così l’arma non consentita per la caccia.
Inoltre i militari hanno accertato che i tre cinghiali ai quali aveva sparato erano stati abbattuti con munizionamento spezzato, cioè pallettoni, assolutamente vietati per la caccia al cinghiale. Si è quindi proceduto al sequestro del fucile calibro 12 e del munizionamento, oltre ai due capi abbattuti, che in seguito sono stati dati in beneficenza.