Omicidio cinesi a Roma, trovato impiccato uno dei ricercati

omicidio_cinesi

E’ stato trovato impiccato uno dei due ricercati per la rapina avvenuta a Roma due settimane fa finita nel sangue nel quale morirono un cittadino cinese e la figlia di nove mesi.

Il corpo senza vita dell’uomo, un maghrebino, è stato ritrovato ieri e sottoposto agli accertamenti per verificarne l’identità. Si trovava vicino ad un casolare all’estrema periferia nord di Roma. Nei giorni scorsi la procura di Roma aveva emesso un decreto di fermo del pubblico ministero per i due maghrebini sospettati di essere gli autori della rapina e della morte di Joy e di suo padre Zhou Zheng. Si era ipotizzato anche che i due potessero già essere all’estero anche se le ricerche in città non sono mai cessate.

l corpo privo di vita e impiccato è stato trovato in un casolare al chilometro 14 di via di Boccea. A piazzale Clodio è in corso un vertice con il reggente della Procura Giancarlo Capaldo, l’aggiunto Pierfilipo Laviani, il capo del nucleo investigativo dei carabinieri Lorenzo Sabatino.

PARENTI VITTIME: DOLORE RESTA MA SOLLIEVO – “Siamo sempre afflitti dal dolore e speriamo che ora catturino l’altro assassino, ma la notizia ci ha dato un certo sollievo“. E’ quanto affermato dalla sorella di Zhou Zheng, il cittadino cinese morto con la figlia in una rapina a Roma. Lo riferisce un amico di famiglia.