Ventunenne romana violentata da cinque cinesi

I carabinieri dell Stazione Roma Piazza Dante hanno proceduto martedì notte al fermo di indiziato di delitto di 5 cittadini cinesi c età compresa tra i 19 e i 24 anni, accusati di violenza sessuale di gruppo ai danni di una studentessa italiana, di 21 anni. I fatti risalgono alla notte tra lunedi e martedi: i cittadini orientali, dopo aver incontrato la ragazza, (agganciata da uno di loro in chat), le hanno fatto assumere per tutta la serata bevande alcoliche, poi l’hanno convinta a seguirli in un affittacamere di via Napoleone III, zona Esquilino, dove insieme ne hanno abusato. Nel tardo pomeriggio di martedí scorso, dopo essersi sottoposta ad accurate visite mediche, la ragazza ha, senza esitazioni, avuto il coraggio di presentarsi alla Stazione Carabinieri Roma Piazza Dante per denunciare l’accaduto. I militari hanno rintracciato i cinque cittadini cinesi in via dell’Acqua Bullicante verosimilmente nel momento in cui si stavano organizzando per tentare di dileguarsi per qualche giorno. Sono stati associati al carcere di Regina Coeli, dove il magistrato ha convalidate l’arresto. La stanza dove è avvenuta la violenza è stata posta sotto sequestro dai carabinieri. (gazzetta del sud)