Lamezia, Arcigay Ligea: il 27 gennaio presentazione del libro “Dolore minimo” di Giovanna Cristina Vivinetto

LAMEZIA TERME – “Noi eravamo fra quelli chiamati
contro natura. Il nostro esistere
ribaltava e distorceva le leggi
del creato. Ma come potevamo
noi, rigogliosi nei nostri corpi
adolescenti, essere uno scarto,
il difetto di una natura
che non tiene?”

Il «dolore minimo» del titolo – si legge in una nota – esprime la complessa condizione transessuale pronunciata con grande potenza poetica, volta a infrangere, per la prima volta in Italia, il muro del silenzioso tabù culturale. La giovane autrice Giovanna Cristina Vivinetto, nell’ evento a cura di Arcigay Ligea Lamezia Terme presenta il suo libro, il 27 gennaio alle ore 18:00, presso Ex Trappeto a Lamezia Terme (CZ), introduce Laura Fazzari. Nel testo racconta la sua rinascita luminosa con versi, delicati e profondissimi al tempo stesso, che hanno fatto parlare Dacia Maraini e Alessandro Fo di caso letterario dell’anno.
Il 27 gennaio è la giornata internazionale della memoria, per non dimenticare le vittime dell’Olocausto. Oggi come allora, discriminazione, violenza e odio, sono protagoniste indiscusse del nostro quotidiano. Come Arcigay scegliamo di lottare ogni giorno, contro ogni forma di emarginazione e intolleranza, lo ribadiamo con forza anche nella scelta simbolica di questa data, perché la memoria va esercitata ogni giorno.
Nel corso dell’evento, le artiste Alba Statti e Simona Ponzù Donato si esibiranno in un live painting. Accompagnamento musicale di Salvatore Diodato.
A seguire aperitivo con opzione Vegana e Vegetariana.