martedì, Luglio 23, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Italia e Colombia in un unico luogo

Entro il 2023 Filcali avrà più di 800 eventi, suddivisi in 10 fasce tematiche.

In abbinamento alla classica salsa tarantella napoletana, le genti e i paesi e le città della Valle del Caca si faranno ballare e sentire durante la Fiera Internazionale del Libro di Galle, che sarà aperta a tutto il pubblico da oggi fino al prossimo 22 ottobre.

(Potrebbe interessarti anche: Mario Mendoza: “Bisogna diffidare dei più vulnerabili”)

Secondo la direttrice della mostra, la giornalista Paola Guevara, “Cali e Napoli sono città del sud, città gastronomiche, colore, allegria, caos in senso buono e amanti del cinema”, motivo per cui ha ospitato un’alleanza. Con Napoli Città Libro le due culture si incontreranno per offrire al pubblico una diversità che non comprenderà solo temi legati alla letteratura, ma con una significativa tradizione calcistica.

L’interesse per questo gioco sarà nella presentazione del libro Le cronache di 10, in cui diversi scrittori e giornalisti, tra cui César Polania, Hugo Mario Cárdenas e Carmen Andrea Rengifo, raccoglieranno diverse storie su Diego Armando Maradona: il periodo al club SSC Napoli, le voci sul suo arrivo negli Stati Uniti e gli scandali che permeato la sua carriera. La presentazione avrà luogo lunedì 16 alle 18:00 presso l’Auditorium CQ della Fiera situato a Bulavar del Rio.

Segui El Espectador su WhatsApp

Il rapporto tra Colombia e Italia risale a secoli fa, ai tempi di Americo Vespucci e Cristoforo Colombo. La BBC ha registrato: “Columbia prende il nome in omaggio all’esploratore e navigatore Cristoforo Colombo, che guidò la prima spedizione spagnola per raggiungere le Americhe nel 1492. Questo nome esiste da 153 anni. Precedentemente era conosciuta come Nueva Granada e Gran Colombia.

READ  La Serie A ha un nuovo leader

Con lo scoppio della seconda guerra mondiale, gli italiani partirono in gran numero verso i paesi vicini e il continente americano, dove la maggiore influenza fu riscontrata in paesi come gli Stati Uniti e l’Argentina, secondo la ricerca “Cittadinanza italiana e discendenti. Cittadini italiani immigrati in Colombia. Eliminare un’ingiustizia sociale”, gli avvocati Massimiliano Castellari dell’Università di Bologna in Italia. e Marco Melone nel 2011. A causa della sua posizione geografica, “l’immigrazione italiana in Colombia non è paragonabile a quella di altri paesi del continente”. Affermano che nel 1985 c’erano 1.074 italiani a Cali, e 4.500 e 1.000 in altre grandi città, come rispettivamente Bogotà e Medellin.

Questo scambio culturale influenzò l’architettura della capitale della Valle del Cauca, come testimonia la costruzione del Teatro George Isaacs nel 1931 da parte dell’architetto tedesco Hermann S. C’erano Bomer e l’ingegnere italiano Gaetano Lignarolo. L’espansione del commercio internazionale progettò un’arena che aveva un palco e una pedana, oltre a platea, palchi superiori “allineati a ferri di cavallo che arrivavano fino all’imboccatura del palco” e decorazioni elleniche donavano un’atmosfera tranquilla, così come l’acustica per l’ascolto dei i migliori “testi e annunci in modo naturale”, secondo l’architetto Jose nel libro, ha osservato Luis Giraldo. Ingegneri e Architetti italiani in Colombia.

L’idea di costruire questo luogo era quella di fornire un centro culturale alla città, che il Sig. Bomer fu accolto favorevolmente e chiamò la struttura in onore dell’autore Kali del romanzo rosa. Maria (1867)

(Potrebbe interessarti: lo scrittore indiano è stato citato in giudizio per aver parlato nel 2010)

All’ottava edizione della Fiera Internazionale del Libro di Galle, tra gli invitati figurano gli scrittori italiani Adriano Carpi, Martin Rua e Federico Mastrogiovanni, e gli scrittori locali Esteban Cruz Niño, Cesar Polania, l’illustratrice e architetto Keko Olano e Johanna Rojas Ruiz.

READ  L'agroalimentare colombiano raggiunge l'Europa

Allo stesso modo, Filkali si impegna a ospitare un evento libro inclusivo, con discussioni su argomenti come l’autismo infantile e la salute mentale oggi. “Abbiamo ideato una mostra che sarà sempre diversa e quest’anno presenteremo una componente di linguaggio dei segni per i non udenti. Vogliamo che il libro arrivi con meno barriere possibili”, ha detto la direttrice Paola Guevara.

Aldobrandino Golino
Aldobrandino Golino
"Studente di social media. Appassionato di viaggi. Fanatico del cibo. Giocatore pluripremiato. Studente freelance. Introverso professionista."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles