Galati entra nel Governo

Berlusconi nomina il parlamentare sottosegretario e Misiti viceministro

Berlusconi prova a blindare la maggioranza e a guadagnarci sono i calabresi Giuseppe Galati ed Aurelio Misiti. Il primo, dopo un anno di promesse, viene nominato sottosegretario all’Istruzione, e il secondo che viene promosso, insieme a Katia Polidori, viceministro alle infrastrutture e trasporti. Berlusconi con Galati prova a spegnere una fiammella di dissenso e mantiene la promessa fatta a Crotone indicando Galati tra i papabili sottosegretari. Poi, la spuntò Elio Belcastro. Ora il premier decide di blindare il gruppo dell’area ex Udc che fa riferimento a Mario Baccini che incassa e ringrazia. A comunicare la nomina a Galati, è stato il coordinatore nazionale del Pdl Angelino Alfano. “Sono felice, soprattutto da un punto di vista politico perchè c’è il riconoscimento di un’esperienza che insieme a tanti amici abbiamo messo in Calabria” commenta il neosottosegretario al telefono. Galati, che ha già fatto parte del secondo e terzo governo Berlusconi nelle vesti di sottosegretario alle Attività Produttive, non nasconde la felicità: “Sarebbe da ipocrita negare che c’è una soddisfazione personale, ma la gratificazione è soprattutto politica, anche se mi rendo conto che operiamo in un contesto particolare, di fronte abbiamo solo un anno e mezzo di legislatura”. Galati va ad operare in un ministero che è stato poco gratificante per la Calabria, per le migliaia di posti di lavori persi nel settore della scuola. “Mi rendo conto che il settore in questi anni ha subìto profonde trasformazioni per i tagli e le riforme specifiche. Sono contento, però, di operare in un settore in cui c’è un assessore regionale come Mario Caligiuri attivo ed operoso. Si tratterà di lavorare insieme per capire come recuperaer il potenziale del settore istruzione, ricerca ed università della reggione”. Con