Il PD e i consiglieri regionali a sostegno dell’Amministrazione comunale, dicono NO alla discarica Battaglina

discarica_battaglina_no

Il Comune di Borgia, com’era giusto che fosse, non è stato mai invitato alle conferenze dei servizi ove si discuteva del progetto Battaglina, ne è stato informato sull’iter amministrativo e/o sugli eventuali vincoli insistenti sull’area Battaglina.
E’ oltremodo significativo che dal luglio del 2010 il Comune di Borgia erà già amministrato dalla terna commissariale insediatasi a seguito dello scioglimento del Consiglio Comunale.
Nei mesi scorsi, ripresi  i lavori di sistemazione dell’area, dopo il fermo determinato da un’indagine della magistratura,  comitati spontanei di cittadini hanno giustamente posto in evidenza le incongruenze emergenti tra l’idea di isola ecologica e la dimensione della vasca. Sono state sollevate  con grande clamore mediatico le preoccupazioni legittime di molti cittadini di trovarsi con una discarica RSU  con tutti i risvolti negativi che essa comporta e gli eventuali rischi per l’ambiente e per la salute, preoccupazioni legittime culminate con la manifestazione del 9 gennaio.
I consiglieri regionali e i vertici del PD provinciale e regionale, hanno voluto esprimere la piena condivisione dell’operato dell’Amministrazione Comunale, ribadendo il NO ALLA DISCARICA.
Il PD, quale forza di governo, pur attualmente all’opposizione alla Regione, ritiene deleterio cavalcare i facili populismi specie su un tema delicato come i rifiuti, che è un problema regionale e nazionale.
I Sindaci del territorio, le forze politiche responsabili, dovrebbero assumere un atteggiamento  aperto al confronto, che da una parte scongiuri giustamente rischi di vedersi un’ennesima discarica in un sito inadeguato, ma dall’altra dovrebbero porsi il problema di come governare la questione rifiuti, nell’interesse dei cittadini e a difesa dell’ambiente e della salute.
I consiglieri regionali Amato, Ciconte e Scalzo, hanno ribadito la propria contrarietà al progetto di legge regionale in discussione al consiglio regionale ed hanno auspicato un dibattito più ampio per scongiurare il rischio che la provincia di Catanzaro diventi la discarica della regione.
I presenti, hanno concordato, altresì, un piano di iniziative a partire da una conferenza stampa dei vertici del Pd e degli stessi consiglieri comunali senza escludere su una possibile visita a Borgia del Ministro per l’Ambiente da inserire nell’ambito di una sua discesa già prevista in Calabria.
PD REGIONALE
PD PROVINCIALE
CONSIGLIERI REGIONALI
CIRCOLI DI BORGIA e ROCCELLETTA