Il Presidente Oliverio ha ricevuto l’Ambasciatore dei Paesi Bassi in Italia Joep Wijnands

CATANZARO – È iniziata dalla Cittadella della Regione a Catanzaro la visita ufficiale in Calabria dell’Ambasciatore dei Paesi Bassi in Italia, Joep Wijnands. Una tre giorni, in sinergia con Unindustria Calabria, per conoscere il quadro complessivo del sistema economico e istituzionale regionale e programmare eventuali convergenze commerciali. Il Presidente Oliverio ha dapprima accolto nella sala della Giunta l’Ambasciatore olandese, accompagnato nell’occasione dall’Addetto Economico Chris Schoenmakerse. Subito dopo, assieme al Vicepresidente della Regione Francesco Russo, al Capo di gabinetto Gaetano Pignanelli e ai vertici di Unindustria: Natale Mazzuca, Rosario Branda e Daniele Rossi ha presentato il quadro generale delle politiche messe in campo negli ultimi tre anni dalla Regione e illustrato le principali possibilità economiche e commerciali che la Calabria può vantare in un rapporto di cooperazione con i Paesi Bassi.
“A partire dalle infrastrutture – ha detto Oliverio – e soprattutto dal Porto di Gioia Tauro, dove la giunta regionale ha già approvato il piano di sviluppo strategico della Zes, il primo strumento di questo tipo nell’Europa occidentale, esiste una concreta possibilità di cooperazione nell’ambito della portualità internazionale, come recentemente ha anche dichiarato l’Autorità Portuale di Rotterdam. La nostra Zes integra inoltre ulteriori aree della Calabria: sono coinvolte le aree portuali di Vibo, Crotone, Corigliano, Villa San Giovanni e Reggio Calabria, quelle aeroportuali di Lamezia, Crotone e Reggio Calabria e quelle industriali vocate. Complessivamente parliamo di 2.476 ettari, che saranno organizzati secondo il modello delle aree produttive ecologicamente attrezzate, con infrastrutture e sistemi in grado di garantire la tutela di salute, sicurezza e ambiente. Il nostro obiettivo è attrarre capitali, soprattutto esteri, e favorire l’insediamento delle imprese, in particolare quelle che operano nei settori dell’agroalimentare, del manifatturiero, dei trasporti e del magazzinaggio, poichè la Zes dispone di incentivi per la realizzazione degli investimenti iniziali, disponibilità di infrastrutture, di immobili e terreni a canoni di locazione ridotti e allaccio a utenze a tariffe agevolate, agevolazioni o esenzioni fiscali e deroghe alla regolamentazione ordinaria dei contratti di lavoro, semplificazione amministrativa”.
“La Calabria – ha aggiunto Oliverio – sta anche investendo risorse ingenti nella ricerca, nella digitalizzazione e nel sistema delle Università, sia nel campo del diritto allo studio che nell’innovazione. Ma anche nella valorizzazione paesaggistica e naturalistica attraverso misure specifiche della programmazione comunitaria. Il nostro è un territorio dalle infinite qualità con 800 chilometri di coste e un ravvicinato rapporto mare-montagne. Per questo stiamo rafforzando anche il sistema aeroportuale e intensificando i collegamenti con l’Europa e il resto del mondo”.
“Questa per me – ha dichiarato l’Ambasciatore dei Paesi Bassi in Italia, Joep Wijnands – non è una visita di circostanza ma una chiara occasione di sviluppo commerciale per il mio Paese e di cooperazione con la vostra regione. Ci sono molte opportunità in Calabria, finora poco conosciute e sfruttate. Si possono realizzare progetti concreti nel campo della gestione delle acque, ad esempio, nella logistica, tra i porti, nell’agroalimentare, nel turismo ma anche nel campo del sistema universitario e della ricerca. Intendo proseguire questo percorso di conoscenza con la vostra regione – ha concluso – per verificare ogni forma di coperazione che provochi vantaggi reciproci. Se così non fosse non farei gli interessi del mio Paese che storicamente vive di affari e ha un terzo di Pil solo grazie al commercio estero”.
Il Vicepresidente della Regione Francesco Russo ha sottolineato gli aspetti e i vantaggi di una cooperazione sul piano degli assi infrastrutturali, dei porti, della logistica e dell’intermodalità. “In particolare sulla logistica – ha detto – la Calabria è in questa fase all’avanguardia e stiamo programmando la nostra partecipazione alle due manifestazioni Expo di Rotterdam, le più importanti in Europa, nel prossimo novembre. In quell’ocasione presenteremo la Zes di Gioia Tauro e i vantaggi ad essa collegati”.
I vertici di Unindustria Calabria hanno unaninamente elogiato il cambio di passo del governo regionale nel campo del sostegno al sistema produttivo regionale. “La Calabria sta recuperando terreno – ha detto il Presidente Regionale di Unindustria Natale Mazzuca – grazie a un governo regionale che sta lavorando bene. Oggi le istituzioni sono presenti e vicine alle imprese e ai cittadini. Abbiamo inoltre una serie di vantaggi, come la Zes, il decreto Mezzogiorno o il credito d’imposta, per creare finalmente attrazione. Di notevole importanza sono gli investimenti nel campo dell’innovazione. La nostra organizzazione, insieme alla Regione Calabria e alle tre Università calabresi, ha creato ad esempio “Calabria Digital Innovation Hub”, un centro per la trasformazione digitale delle imprese con l’obiettivo di supportarle nella individuazione e nella piena comprensione delle necessità di cambiamento connesse alla nuova industria”.
Dopo la prima riunione istituzionale si è svolta una tavola rotonda allargata al Consiglio Generale di Unindustria e alle realtà più significative del sistema produttivo calabrese in cui sono state poste all’ambasciatore dei Paesi Bassi Joep Wijnands una serie di questioni commerciali specifiche e settoriali.