Manovra, il testo riguarda anche ticket sanitari, bollo sui titoli e Comuni.

Roma Di manovra e sui generis si sente tanto parlare negli ultimi giorni, ma dei risultati prammatici che la stessa apporterà sulle tasche degli italiani sii assiste ad un silenzio pressochè tombale. I più o li ignorano o li bypassano considerandoli marginali rispetto al ‘pettegolezzo’ di corridoio.

Dal punto di vista della sanità, ad esempio, ticket di 10 euro sulle ricette mediche e di 25 euro per gli interventi del pronto soccorso in codice bianco saranno in vigore da lunedì prossimo, cioè dall’entrata in vigore del testo. Lo prevede uno degli otto emendamenti del relatore presentati in commissione Bilancio.

Cambia anche l’imposta di bollo sul dossier titoli: secondo l’ultima versione del relatore alla manovra, sarà di 34,20 euro per i depositi sotto i 50.000; 70 euro tra 50.000 a 150.000; 240 euro da 150.000 a 500.000 euro; 680 euro per depositi superiori ai 500.000 euro. Poi dal 2013 tra 50.000 e 150.000 si pagheranno 230 euro; tra 150.000 e 500.000 780 euro e 1.100 euro per depositi oltre i 500.000 euro. La relazione spiega che la norma riguardera’ circa 22 milioni di titoli con un recupero di gettito su base annua di circa 897 milioni per i primi due anni e circa 2.525 milioni per gli anni a partire dal 2013.

La manovra però riguarderà anche i Comuni, i quali “dovranno associarsi già dal 2011 per l’espletamento di almeno due funzioni fondamentali loro spettanti dall’attuale legge”. Lo prevede un emendamento del relatore alla manovra presentato alla commissione Bilancio del Senato. Entro il 2012 “dovranno esercitare in forma associata quattro funzioni fondamentali ed entro il 2013 tutte e sei le funzioni fondamentali loro spettanti”.

Cambiano anche i criteri di virtuosità dei comuni per l’applicazione del patto di stabilità interno. Un emendamento prevede infatti “che il primo di tali criteri vi sia la convergenza tra spesa storica e costi e fabbisogni standard”. Un altro criterio sarà ”l’aver operato dismissioni di partecipazioni societarie”.