Sel: “In molto meno di un anno la discarica di Pianopoli sarà colma”

Sel nella conferenza stampa con il coordinatore provinciale e presidente della Lamezia Multiservizi Fernando Miletta e Valerio Calzolaio, coordinatore nazionale Ambiente del partito, chiede che «si ponga fine al commissariamento per l’emergenza rifiuti che ha fallito e la Regione prenda in mano la questione con un nuovo Piano. In molto meno di un anno la discarica di Pianopoli sarà colma. Voglia quindi il commissario Vincenzo Maria Speranza requisirla, facendola passare ad una gestione pubblica, considerate le vicissitudini e l’importanza a livello regionale». La richiesta di Sel alla Regione si articola con delle proposte in 5 punti: attivazione di tutti i poteri per un nuovo Piano regionale dei rifiuti; passaggio da una gestione commissariale ad una normale; ridefinizione degli Ambiti territoriali, coinvolgendo i Comuni e individuando un capofila nella gestione degli Ato; pianificazione delle risorse disponibili sulla base delle peculiarità che incentivi la raccolta differenziata e affidamento di tutto il ciclo dei rifiuti ad un soggetto pubblico o a prevalente capitale pubblico. Miletta denuncia che «La gestione dei rifiuti in Calabria ha un rilievo nazionale. Infatti, la relazione della Commissione parlamentare antimafia parla di infiltrazioni mafiose in questo settore. Non si tratta dunque di annunciare disastri. Ci sono già. E il peggio arriverà presto. Dopo la chiusura della discarica di Alli, alle circa 1700 tonnellate al giorno che arrivano a Pianopoli, se ne aggiungeranno altre 100. A queste, si devono sommare le 120 tonnellate provenienti da Catanzaro e i rifiuti speciali delle altre regioni. Siamo vicini pertanto alle 2 mila tonnellate e a breve la discarica sarà colma. – secondo Miletta – all’orizzonte non c’è alcuna soluzione. Anzi, la Regione ha delegato al commissario Speranza senza pretendere atto di quanto detto dalla Commissione parlamentare antimafia. E cosa più grave, non si vede un sistema nuovo rispetto all’esperienza fallimentare del commissariamento, nonostante le risorse per affrontare la questione ci sono: 60 milioni di euro di fondi Por e 101 di quelli Par-Fas. – Miletta si esprime anche sulla raccolta differenziata – La città viaggia verso il 40 per cento. Ma fino a quando la gestione delle discariche resterà in mano ai privati, la raccolta differenziata non partirà mai seriamente». Calzolaio accusa la Regione di «ordinaria inadempienza», con la speranza che «rivendichi i propri poteri in materia di rifiuti. – per quanto riguarda il commissario Speranza dice – Gli auguro di lavorare in maniera più efficace rispetto ai fallimenti del passato. – anche se secondo Calzolaio – Prima finisce il commissariamento meglio è. Il nostro slogan nazionale è “verso rifiuti zero”, che significa zero sporco sui rifiuti. Cioè: in fase di produzione dobbiamo prestare la massima attenzione affinché tutto si realizzi nel modo più gestibile. È mancata una gestione ottimale delle discariche calabresi. Tanto è vero che da queste non si è prodotta energia. Tutt’altro. Spesso sono balzate alla cronaca per storie di sprechi».