17a GIORNATA:VIGOR LAMEZIA – MELFI 0-1

Vigor-Lamezia_gagliardetto

Vigor-Lamezia_gagliardettoTermina nel peggiore dei modi il girone di andata e l’anno solare per la Vigor Lamezia. I biancoverdi si congedano dal pubblico amico con la terza sconfitta consecutiva, la seconda casalinga, maturata contro un Melfi che ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo: 2 tiri, un gol e tre punti portati a casa. Ancora una volta Novelli può recriminare sulle tante assenze nel reparto offensivo, rese lampanti dalla mossa finale di spostare Marchetti da centrale difensivo a centravanti negli ultimi 10 minuti. La cronaca. Vigor e Melfi partono a ritmi blandi e per mezz’ora non ci sono azioni sul taccuino. Poi i padroni di casa si svegliamo e nel giro di pochi minuti colpiscono prima un palo con D’Amico, su calcio di punizione, poi vanno vicini al gol con Scarsella, la cui conclusione di testa a colpo sicuro viene intercettata da Giordano. Il primo tempo si chiude quindi sullo 0-0. La ripresa, però, inizia nel peggiore dei modi: sugli sviluppi di un calcio di punizione, il centravanti degli ospiti Cruz trova lo spazio per calciare in porta, battendo l’incolpevole Bibba, oggi in campo dal primo minuto al posto di Rosti. Vigor che non riesce a reagire, Novelli gioca anche la carta Meucci, neo arrivato in biancoverde, ma le conclusioni latitano. Alla mezz’ora, occasione per Voltasio che dopo una mischia calcia bene, ma è ancora Giordano che si salva col piede. Negli ultimi 5 minuti, Melfi in 10 per l’espulsione di Annoni per doppia ammonizione, Novelli sposta in avanti Marchetti e arrivano due occasioni, in cui per due volte il centrale difensivo biancoverde non trova la porta. Termina così col punteggio di 0-1 una partita che la Vigor avrebbe sicuramente meritato di non perdere.

Alla ripresa del campionato, prima giornata di ritorno, ancora una partita in casa per i ragazzi di Novelli, questa volta contro il Sorrento. Sperando che la sosta permetta il recupero di qualche infortunato. Guglielmo Mastroianni


APPROFONDIMENTI SULL’INCONTRO OFFERTI DA

Carrefour

{slide=ANTEPRIMA STADIO STUDIO}

{mp4 width=352&height=220&scale=exactfit}VIGOR-MELFI-anteprima-stadio-studio{/mp4}

{/slide}

{slide=HIGHLITES}

{mp4 width=352&height=220&scale=exactfit}VIGOR-MELFI-highlites{/mp4}

{/slide}

{slide=STADIO & STUDIO}

{mp4 width=352&height=220&scale=exactfit}VIGOR-MELFI-stadio-studio{/mp4}

{/slide}

{slide=INTERVISTE}

Il tecnico NOVELLI è arrabbiato e parla di sconfitta immeritata: «abbiamo perso a causa di un rimpallo ma i giocatori ci hanno messo cuore e voglia».

Raffaele Novelli Allenatore Vigor LameziaC’è amarezza nello spogliatoio della Vigor Lamezia, che ha ceduto l’intera posta in palio per la terza volta consecutiva. Il ko, come nelle precedenti occasioni, appare però pesante in rapporto al volume di gioco creato. «È una sconfitta immeritata — ha esordito il tecnico Raffaele Novelli — poiché loro hanno trovato il gol su un rimpallo ed il nostro portiere non è mai stato seriamente impegnato. Abbiamo sbagliato 3-4 occasioni e messo sotto pressione la difesa avversaria. Non è andata bene». Le cause sono molteplici, in primis le assenze. Ai biancoverdi, infatti, mancavano Rossini, Mangiapane, Carbonaro, Zampaglione e lo squalificato Del Sante. «Non ho avuto molto alternative — ha proseguito l’allenatore — e sono stato costretto a schierare anche giocatori non ancora al meglio della condizione. La squadra, tuttavia, ci ha messo cuore e voglia. Non meritavamo la sconfitta». La Vigor ha anche tentato con qualche mossa tattica. Il mister ha schierato la squadra con un inedito 4-1-3-2 e sul finire ha trasformato Marchetti attaccante.
«La nostra caratteristica – ha spiegato Novelli — è quella di giocare palla a terra, ma con questo terreno di gioco è stato difficile. Non avevo molti sbocchi ed ho tentato la carta Marchetti. Non siamo andati per nulla male. L’avversario è stato sempre dietro la palla».
La classifica dei lametini è un pò degenerata: le lunghezze di vantaggio sul nono posto sono scese a tre. Il mister non appare preoccupato: «Non mi ero illuso quando abbiamo vinto e non mi deprimo adesso. Non siamo una squadra di fenomeni, ma una che riesce a confrontarsi con chiunque. Qualche errore l’abbiamo commesso. Dobbiamo prestare maggiore concentrazione e beccare meno cartellini». Ora mercato di riparazione. «Innanzitutto — ha terminato Raffaele Novelli — speriamo di recuperare gli infortunati. Punterò sul gruppo. Dall’analisi delle quattro sconfitte sappiamo dove intervenire. Arriverà un portiere e forse qualcosa in mezzo». Emozionato il neo bianco-verde Meucci: «Sono stato accolto benissimo. Sono venuto per dare una mano. Ho visto una buona squadra, meritavamo il pareggio. Il calcio, però, è così. Sarà importante recuperare gli infortunati. A Lamezia dovevo venire già l’anno scorso. Ringrazio il mister ed il direttore sportivo Fabrizio Maglia». L’analisi del tecnico del Melfi, Leonardo Bitetto: «È stata una partita avvincente». (Gazzetta del Sud – a.p.)

{/slide}