Lamezia, riconoscimento alla carriera per il maestro di judo Enzo Failla

LAMEZIA TERME – Prestigioso riconoscimento per il maestro lametino Enzo Failla, cintura nera 7 dan di judo e maestro di arti marziali con vari e alti gradi, che nei giorni scorsi a Roma, durante una manifestazione svoltasi nella sede del Coni ospitata nel Foro italico ed organizzata dalla sezione “Giulio Onesti” dell’Unione nazionale veterani dello sport (Unvs), ha ricevuto un attestato di benemerenza consegnatogli dal presidente della “Onesti”, Fabrizio Pellegrino, “per i meriti alla carriera come atleta, tecnico e dirigente”.
Failla, che da 53 anni e’ nel mondo del judo e non ha nascosto la sua emozione per l’inaspettata premiazione, effettuata su proposta del presidente Giuseppe Palma, ancora una volta ha ribadito l’importanza del judo definendolo un “mosaico prezioso fatto di tante tessere”, disciplina orientale che “si pratica per tutta la vita e non per una sola stagione”.
Passione per le arti marziali che Failla, diventato insegnante di judo nel 1976, istruttore di polizia nel 1983 ed attualmente anche presidente della commissione nazionale Mga (metodo globale autodifesa) e presidente regionale della Fijlkam (Federazione italiana judo lotta karate arti marziali) della Calabria, è riuscito a trasmettere alle migliaia di atleti che sono salite sul tatami del suo dojo, apprendendo, non solo le tecniche, ma anche disciplina e valori che sono parte integrante di questa affascinante arte orientale.