Maggio 23, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le due app che arriveranno in Windows 11 per impostazione predefinita

La nuova build Insider per Windows 11, rilasciata in questi giorni, Facci sapere dove è diretto il sistema operativo desktop di Microsoft. al nuovo sistema di ricerca O anche l’accesso alle schede a Esplora file, aggiunge anche due app che arriveranno per impostazione predefinita in futuro.

Questa è l’app di editing video Clipchamp e l’app di controllo parentale e familiare di Microsoft. Il primo sarà presente nelle versioni Home e Pro, mentre il secondo sarà solo nella versione Home, anche se quelli in versione Pro potranno utilizzarlo anche dopo averlo scaricato volontariamente.

Windows avrà ancora una volta un’app di editing video

clipchamp Si tratta, come accennato all’epoca, di uno strumento di editing video web, rivolto ai non professionisti, che Microsoft ha ottenuto durante il mese di settembre.

Microsoft cercherà di proporlo come alternativa al mitico Microsoft Movie Maker, che non è più disponibile per gli utenti Windows dal 2017. Ma il suo arrivo come applicazione predefinita farà grattare le tasche anche ai più esigenti.

e questo è Se si desidera utilizzare la versione base, hanno progetti limitati a 480p e sono integrate filigrane. Coloro che scelgono l’abbonamento Creator, a 9 dollari al mese, non solo avranno filigrane, ma i loro progetti supporteranno esportazioni a 720p, mentre coloro che scelgono il piano Enterprise, a 19 dollari al mese, avranno i loro progetti che supporteranno le esportazioni a 1080p.

Gli abbonati ad alcune delle opzioni a pagamento beneficeranno anche dell’integrazione con i servizi di archiviazione cloud di Microsoft. In ogni caso, gli utenti devono disporre di un account Microsoft.

per questa parte, Microsoft Family avrà il controllo genitori e le funzionalità di gestione della famigliain modo che di fronte a un dispositivo condiviso, gli utenti minorenni possano creare account utente con una serie di restrizioni, in modo che possa essere impedito loro di accedere a determinati siti e applicazioni, o addirittura superare un certo tempo, oltre a tracciare le attività svolte durante le loro sessioni, per esempio.

READ  Questa bellezza è tua per 188 euro

Visto l’accesso di default di queste due applicazioni, ci sarà chi riterrà che la cosa più opportuna sia che dovrebbero essere facoltative, dato che occupano spazio di archiviazione, e potrebbero non essere necessarie per chi vuole usare computer per altri tipi di attività che potrebbero evitare di modificare e potrebbero non partecipare nemmeno al proprio dispositivo con altri membri.

La verità è che Windows è in concorrenza con macOS, e Microsoft non vuole essere lasciata indietro in nessun aspetto, motivo per cui Windows 11 ha anche un’interfaccia utente più semplice e moderna, aspetto spesso trascurato di fronte a macOS .

Attraverso: Microsoft