Febbraio 9, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia sostiene una tassa sui pagamenti aziende e banche, se non commissioni più basse per i rivenditori

A cura di Giuseppe Fonte e Valentina Za

ROMA, 21 dic (Reuters) – Il Parlamento italiano ha approvato una mossa nel suo bilancio 2023 per tassare le società di pagamento e le banche se non riescono a concordare con gli esercenti commissioni più basse per le transazioni elettroniche.

L’Italia è in testa alla carica per i pagamenti digitali mentre il governo di Giorgia Meloni cerca di affrontare le lamentele dei commercianti sulle commissioni.

A giugno, l’ex governo italiano ha imposto multe alle imprese che si rifiutavano di pagare con la carta.

L’ultima mossa arriva dopo che il governo Maloney ha fatto marcia indietro su una norma che avrebbe rimosso le multe per i piccoli acquisti, a seguito delle critiche della Commissione europea.

Sulla base dell’emendamento di bilancio, Roma proverà a raggiungere un accordo tra banche, società di pagamento e rivenditori per ridurre le commissioni per le transazioni elettroniche a 30 euro ($ 32) per i commercianti con entrate annuali fino a 400.000 euro.

Secondo un documento visionato da Reuters, l’Italia imporrà un “contributo di solidarietà” pari al 50% dei proventi netti di tali operazioni se le parti non raggiungeranno un accordo entro il 31 marzo su una “commissione equa e trasparente”.

Gianmarco Bonacina, analista di Equita, ha affermato che la mossa potrebbe interessare il gigante italiano dei pagamenti Nexi, che rappresenta il 55% delle sue entrate a livello nazionale, ma anche le banche, che ricevono una quota delle commissioni pagate dai commercianti.

Le società di pagamento generalmente non applicano commissioni per transazioni inferiori a 10 euro, secondo i loro siti web.

L’Italia ha imposto multe di 30 euro e del 4% del valore della transazione alle imprese che rifiutano i pagamenti con carta entro la metà del 2022, sulla base delle misure adottate per sbloccare il fondo di ripresa dell’UE dopo la pandemia.

READ  Cuba sta attraversando il momento peggiore dell'epidemia: un aumento delle epidemie e una pericolosa carenza di farmaci e prodotti di base

In Italia ogni anno vengono evasi circa 100.000 milioni di euro di tasse e contributi sociali.

(1 dollaro = 0,9411 euro) (a cura di Ricardo Figueroa in spagnolo)