Gennaio 26, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Non c’è posto per proteggere i migranti – Diario de Queretaro

Il governatore, Mauricio Cory Gonzalez, ha affermato che il governo dello stato non è stato informato e non c’è un accordo per l’arrivo dei membri della carovana di migranti che cercano di sistemare il loro soggiorno nel paese, quindi non c’è posto per proteggerli.

Questo dopo che l’Istituto nazionale per le migrazioni (INM) ha deciso di trasferire gli immigrati bloccati in questa demarcazione da Tapachula, Chiapas, in dieci stati del paese. Con il cambiamento cercano di regolarizzare il loro status giuridico nel paese.

Ha detto che non c’era accordo e ha incaricato il ministro del governo, Guadalupe Morgoya Gutierrez, di rivedere la decisione dell’Istituto nazionale per le migrazioni (INM) sul trasferimento dei migranti.

“Non abbiamo posti, dovremo vedere ed è una questione che verrà affrontata dalla Segreteria generale del governo”, ha detto.

Ha sottolineato che prima chiedono informazioni su quante persone verranno nello stato, quali sono le procedure per regolarizzare il loro status e lo status di immigrazione.

Ha precisato che per quanto riguarda la proposta che il sistema nazionale del lavoro dovrebbe fornire loro un posto di lavoro, i posti di lavoro dovrebbero essere prima di Queretanos e Queretanas.

“Prima devi cercare i membri della famiglia Quiritanos, e poi cercheremo quelli che vogliono venire a lavorare”, ha detto.

Ha anche sottolineato che la migrazione è un fenomeno internazionale, e quindi lo stato fornirà sicurezza legale e alimentare. Tuttavia, la situazione sarebbe complicata se dovessero trattenerlo per un po’.