Febbraio 27, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

30 anni dopo il primo videogioco ambientato nello spazio

30 anni dopo il primo videogioco ambientato nello spazio

Da allora è diventato un luogo comune approfittare di ogni momento per giocare, e talvolta lo si faceva di nascosto. Anche se in realtà, questo impallidisce rispetto a quello che è successo in Sojuz TM-17 nel 1993dal momento che poche persone possono dire di aver mai giocato con una console di gioco portatile nello spazio.

L’importanza del Game Boy

La versatilità di questa console, introdotta sul mercato nel 1989, ha superato tutte le aspettative dell’epoca. Oltre a promuovere il sempre eccezionale franchise Pokémon, i suoi numerosi accessori non hanno lasciato nessuno indifferente. Al giorno d’oggi è comune che i dispositivi portatili abbiano fotocamere integrate, ma negli anni ’90 era insolito… fino a quando non è arrivata la fotocamera del Game Boy.. Inoltre, se vuoi stampare foto, c’è una piccola stampante chiamata Game Boy Printer.

La fotocamera frontale ruotabile di 180 gradi ha permesso di acquisire immagini in scala di grigi, modificarle o creare grafica originale. Consentiva anche selfie che potevano essere stampati su carta termica utilizzando una stampante per Game Boy.

Il Game Boy Pocket Sonar era una periferica realizzata da Bandai che utilizzava il sonar per localizzare i pesci a 20 metri sott’acqua, utilizzato principalmente per la pesca sportiva (comprendeva anche la pesca di piccola taglia). Il rovescio della medaglia è che non è stato commercializzato a livello internazionale e più di una persona avrebbe voluto portare il proprio Game Boy in porto per giocare e pescare.

Giocare con il Game Boy nello spazio

Astronauta Aleksandr A. Serebrov è diventato la prima persona a giocare a un videogioco nello spazio Quando ha portato un Game Boy e la sua copia personale di Tetris nel suo viaggio alla stazione spaziale MIR 30 anni fa. Questo fatto è incluso nel Guinness dei primati, dove si afferma che il gioco ha lasciato la Terra il 1 luglio 1993 a bordo di un razzo Soyuz TM-17 ed è stato giocato durante il tempo libero di Sereprov durante la sua orbita attorno al pianeta. Lo stesso Serebrov ha ricordato: “Come tutti i cosmonauti, amo lo sport. Il mio calcio preferito e il nuoto. Durante il volo, in pochi minuti di tempo libero, mi sono divertito a giocare con il Game Boy”.

READ  MIN presenta il lavoro di "Tierra", uno spazio per la comunicazione

Questo evento è stato così speciale che il Game Boy portato da Serebrov, che ha trascorso 196 giorni nello spazio e ha orbitato attorno alla Terra più di 3.000 volte, È stato venduto all’asta nel 2011 per $ 1.200.. La cartuccia di Tetris sulla parte superiore del dorso era inclusa nell’asta, insieme al libretto di istruzioni, e sia il libretto che la parte anteriore del Game Boy avevano il francobollo dell’ex stazione spaziale russa MIR.