Maggio 19, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Septeto Santiagoro de Cuba sarà presentato alla Fiera di Dubai

Il suo direttore, Fernando Dewar, ha spiegato che nella loro prima apparizione in quella città degli Emirati Arabi Uniti, in occasione della giornata dedicata all’isola, suoneranno i principali brani del repertorio di poco più di 25 anni e i più recenti , dove gli allestimenti moderni di opere antologiche.

Altricero e il produttore hanno anche indicato che avrebbero approfittato di questa incursione per promuovere la musica cubana in quei circoli del Medio Oriente, con particolare attenzione a paesi come il Qatar e l’Egitto, oltre a esplorare altre opportunità per la presenza di creatori latini. Equipaggio di lavoro.

Tra i numeri che dovrebbero interessare questo pubblico, Dewar ha citato Chan-Chan, reso famoso in tutto il mondo da Francisco Repilado, Compay Segundo, la cui versione dei musicisti lo ha riportato da Santiago con un’atmosfera rinfrescante.

Con una brillante carriera internazionale, la squadra del Septeto Santiaguero ha ripreso quelle esibizioni con il suo spettacolo lo scorso ottobre in Messico, dove ha partecipato alla 49a edizione del Festival Cervantino, dopo la pausa imposta dal Covid-19.

Un’altra novità è che, tramite l’agenzia di prenotazione di gestione musicale JLP, saranno presenti sui palchi di Spagna, Francia, Paesi Bassi, Norvegia, Germania, Finlandia, Belgio e Danimarca, da luglio a settembre.

Con quattro nomination consecutive ai Latin Grammy Award e ricevendo il premio nel 2015 con I Don’t Want to Cry – Tribute to the Compadres, in collaborazione con l’artista dominicano José Alberto, El Canario, mantengono un legame incrollabile con l’autentica voce cubana.

Un’altra pietra miliare nei poco più di 25 anni del gruppo è stata la nomination nello stesso anno e con questo piatto per l’ambita versione anglosassone di quei premi nell’industria musicale.

READ  La moglie di Risen racconta l'ultima ora della sua salute

Nel 2018 hanno ricevuto il loro secondo Grammy Award, con un dipinto A mi qué-Tribute of Cuban classics, sulla stessa linea della Discovery of Treasures of the National Staff e alla presenza di El Canario e di altre figure di spicco della musica mondiale.

Dal 2020, gli artisti di Santiago si sono stabiliti nel Salón del Son, vicino all’emblematica Plaza de Marte, irradiando il fascino dei ritmi indigeni cubani con rinnovati arrangiamenti e creatività di interpretazione.

Tre premi e spettacoli Cubadisco in più di 40 paesi, con un’accoglienza entusiasta da parte del pubblico, supportano anche gli approcci creativi di El Septeto Santiaguero.

m/mq