Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Addio alla ‘bambola rotta’ d’Italia: “Non ho ginocchia”

Il corpo di David Santon ha detto basta a 31 anni. La squadra ha giocato in due profili – destra o sinistra – come parte della squadra che ha alzato la Champions League 2010 con l’Inter di Mourinho a Madrid. Otto volte l’Italia e con un futuro promettente. I grandi nomi del calcio hanno ceduto a Santon. “Seguo molti giocatori italiani e purtroppo non posso chiamarli tutti insieme. Santon è un giocatore che mi piace molto, è un predestinato per me. Ti fa pensare a Maldini da giovane”Disse Marcello Lippi nel 2009, l’allenatore italiano dell’epoca.

Tuttavia, il suo percorso è stato interrotto nel calcio. Inter, Cesena, Newcastle e Roma, l’ultimo club in cui ha giocato e dove ha iniziato ad avere problemi. Le accuse di aver rubato il club romanista a causa di un infortunio sono state devastanti per l’ex giocatore, che non è riuscito a trovare nuovi posti a causa dei suoi gravi problemi fisici. “Stai rubando alla Roma”, mi hanno detto. Immagina: eravamo pronti a rescindere il contratto con il club, il problema era che non potevo mandare le autorizzazioni ad un altro club.

Ingrandire

Ammette di aver vissuto una prova. Dopo essere stato fuori dalla squadra per un anno a causa di infortuni, non ha modo di riprendersi e, sebbene possa ancora camminare, ammette che un giocatore professionista ha bisogno di qualcosa in più. “Il primo anno in cui sono stato fuori squadra, ho fatto un test dopo l’altro, ma non si poteva fare nulla: l’unica alternativa era il rischio di avere un osso artificiale. Potevo ancora camminare, ma un giocatore professionista ha bisogno di qualcos’altro”..

Foto del giocatore

Santon ha subito tre interventi chirurgici al ginocchio destro. Il dolore di non poter giocare e il dolore fisico lo hanno portato a una decisione che non ha mai voluto: il ritiro. “Il mio corpo non ce la fa più, non ho le ginocchia, quindi devo appendere gli stivali al chiodo. Non che non abbia privilegi, ma non posso più superare la visita medica. C’è il rischio che giochi una partita e fermi le successive cinque”, ha spiegato Sandon. Quindi, qual era una delle grandi promesse Calcio Nell’ultima decade Chiude il cerchio con Mourinho: il suo allenatore d’esordio e l’ultimo allenatore con cui ha condiviso un club.

READ  6N: Ange Capuozzo si gioca in Italia contro il Galles