Ottobre 3, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Daniel Ortega è stato eletto presidente del Nicaragua per la quarta volta

Il mondo è ancora una volta diviso tra pilastri e barriere

Nel contesto di un conflitto “diplomatico”, Daniele Ortega, l’ex leader sandinista, ha assunto la presidenza del Nicaragua. È in posizione per la quarta volta consecutiva. sua moglie, Rosario MurilloRicoprirà la carica di vicepresidente per i prossimi cinque anni.
Alla cerimonia ha partecipato il presidente venezuelano. Nicola Maduroil presidente di Cuba, Il colonnello Miguel Dias. All’incontro hanno partecipato anche Bolivia, Messico, Palestina e presidenti Repubblica Araba Democratica A partire dal Compagni e delegati Ambasciatori provenienti da Cina, Russia, Iran, Corea del Nord, Siria, Cuba, Venezuela, Honduras, Belize, Vietnam, Laos, Cambogia, Angola, Turchia, Bielorussia, Egitto, Malesia, Yemen, tutti paesi storicamente coinvolti nel conflitto. Armati, l’America e i suoi alleati.
Da parte sua, il governo statunitense ha condannato le elezioni in Nicaragua, dove Ortega ha ottenuto il 75% dei voti. Le accuse di frode si sono diffuse in diverse regioni. Va ricordato che le elezioni si sono svolte in base a chi, almeno sette candidati alla presidenza, sarebbero stati oppositori di Ortega, a vario titolo. Secondo i dati della Commissione interamericana per i diritti umani, i prigionieri politici sono circa 120, di cui 335 sono stati uccisi a causa della violenta repressione dalle proteste del 2018. Da allora è scoppiata una crisi sociale e politica tra i 100.000 deportati. La maggior parte di loro fugge negli Stati Uniti, purtroppo senza avere nulla da invidiare ai naufragi nel Mediterraneo. La verità è che Stati Uniti e Unione Europea hanno incoraggiato una serie di sanzioni nei confronti di alti funzionari, parenti del Paese e Ortega.
Invece, i governi di Cina e Russia stanno stringendo un’alleanza strategica in Centro America. Il colosso asiatico non ha solo inviato migliaia di vaccini in Nicaragua, ma ha recentemente aperto un’ambasciata a Managua. Dalla terra dei barattoli, dei vaccini, delle pillole e degli autobus, sono stati inviati a modernizzare il sistema di trasporto e persino la possibilità di una stazione satellitare.
Questo è il quinto mandato di Ortega come presidente. Fu eletto per la prima volta nel 1980 dopo la cacciata e il genocidio del dittatore. Anastasio Somosa. È stato rieletto nel dicembre 2007 e da allora ha governato il paese senza ostacoli. Il Nicaragua ha recentemente iniziato a prendere provvedimenti per ritirarsi dall’Organizzazione delle Nazioni Unite (OAS), che è stata a lungo strettamente associata alla politica estera degli Stati Uniti. Ortega ha denunciato l’ingerenza dei governi stranieri nell’autodeterminazione del suo Paese, definendola “non rispetto della sovranità”.

READ  Il francese nel giorno del pensiero prima della Presidenza

Foto © Fundsción de Nicaragua per le ONG