Gennaio 17, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dov’è il vero rischio per il mercato?

il alti tassi di interesse sempre considerato un fattore di rischio al mercato. Ma rischio reale Nel Bassi livelli di occupazione E i cambiamenti nella politica monetaria sono un segno di minori aspettative di occupazione, secondo Jon Sendro sul Wall Street Journal.

Solo un giorno dopo Riserva federale Suggerisci loro di aumentare i prezzi Tre volte nel prossimo anno, mercati azionari in entrambi Regno Unito Come nel caso di Euro-zona Si sono iscritti nuovi guadagni. Questo nonostante il fatto che giovedì fosse Banca d’Inghilterra Ho deciso di entrare nella Federal Reserve e sono cresciuto spese di prestito, allo stesso tempo Banca centrale europea li ho lasciati dentro Fondi storici.

L’ottimismo del mercato azionario può semplicemente significare che gli investitori vedono queste politiche come tali Ampiamente adatto alle esigenze di ogni economia. Dopo tutto, a economia in crescita Potrebbero verificarsi alcuni aumenti delle tariffe e, in caso affermativo, Omicron alternativa al Covid-19 È devastante, i funzionari possono facilmente cambiare rotta.

“Nelle circostanze attuali, è altamente improbabile che aumenteremo i tassi di interesse nel 2022”, ha affermato il ministero. Christine Lagarde, presidente della Banca centrale europeaE lo hanno confermato alta inflazione zona euro (4,9% a novembre) per mancanza di energia. Ciò pone la BCE su un percorso divergente rispetto alle altre due banche centrali, con il mercato che prevede un aggressivo inasprimento della politica il prossimo anno. “Queste economie si trovano in due diverse fasi del ciclo, data la maggiore quantità di stimoli fiscali in atto negli Stati Uniti e la minore crescita dei salari nell’eurozona”, ha aggiunto Lagarde.

Tuttavia, ciò che gli investitori potrebbero non rendersi conto è che il semplice ritorno dell’inflazione, temporaneo o meno, sta inducendo le banche centrali a Sono meno favorevoli alla piena occupazione rispetto a prima.

Cosa ha fatto la Banca d’Inghilterra al riguardo?

Lo scorso mese , Il governatore della Banca d’Inghilterra Andrew Bailey, a condizione che il tasso sia aumentato di oltre a Prossimo rapporto sul mercato del lavoro Il che chiarirebbe se la fine del programma di licenze del Regno Unito a settembre ha portato a un aumento della disoccupazione. Quando i numeri sono arrivati, hanno mostrato un leggero peggioramento, aprendo la porta all’azione giovedì.

Tuttavia, come sottolinea Thomas Hirst, stratega del credito europeo presso CreditSightsÈ difficile dare pieno credito alle cifre secondo cui il milione di persone licenziate solo due mesi fa ha trovato immediatamente un lavoro a tempo pieno. Nel frattempo, i sondaggi sui responsabili degli acquisti indicano che l’economia del Regno Unito ha già subito un duro colpo da Omicron. Di conseguenza, gli operatori si aspettavano maggiore cautela dalla BoE e sono rimasti ancora una volta sorpresi dalle sue azioni.

Allo stesso modo, c’è il rischio che Il mercato del lavoro negli Stati Uniti Ha fatto dimenticare ai responsabili politici che la percentuale di persone in età lavorativa occupata è ancora al di sotto dei livelli pre-Covid, come nel caso del Regno Unito e dell’Eurozona. Alcuni economisti stanno spingendo l’idea di questo Queste economie sono già completamente funzionantiPerché la pandemia ha portato cambiamenti radicati che renderanno alcune persone riluttanti a tornare al mondo del lavoro. Ma questo è stranamente simile alle opinioni espresse dopo crisi del 2008, che alla fine ha portato a un file Debole e lenta ripresa del mercato del lavoro. Questo è ciò che le banche centrali si sono impegnate a correggere con i loro quadri politici aggiornati.

È probabile che i candidati abbiano semplicemente bisogno di tempo per allinearsi con i datori di lavoro e i tassi di occupazione pre-pandemia potrebbero essere raggiunti o superati. Tuttavia, le banche centrali hanno iniziato il ciclo di inasprimento prima che ciò accadesse, anche se le nuove pressioni da Covid-19 sono aumentate fino all’incertezza.

Gli attuali aumenti dei tassi non sono particolarmente allarmanti. Proprio come la bassa inflazione continua ad aumentare il livello di quella che è considerata piena occupazione, così l’alta inflazione potrebbe continuare ad abbassarlo.