Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

F1 2022: Alonso era già verde per un giorno

cEra il 2002 quando Fernando Alonso era furioso di essere solo un collaudatore Renault, ebbe il tempo di provare altre cose e testare la sua Jaguar R3 sul bagnato e ventoso Silverstone alla fine di maggio. È stata la prima e unica volta nella sua carriera agonistica che ha indossato il classico verde britannico sia per la Jaguar che per il suo futuro team, l’Aston Martin. Naturalmente, questa scimmia è stata tenuta nel museo.

La Jaguar, guidata da Niki Lauda, ​​ha detto che il test doveva fornire loro un punto di riferimento rispetto al quale valutare i loro giovani piloti, e Fernando si è comportato meglio di loro e degli ufficiali di gara.

A vent’anni, ha completato 57 giri e ha ridotto di un decimo il tempo di Pedro de la Rosa per finire terzo, poi Rubens Barrichello alla Ferrari e Alan McNish (Toyota).

Alonso ha fatto segnare il miglior tempo di 1:22.771, con De La Rosa di 1:22.811. La lotteria e Courtney, che è stato dimostrato, erano troppo tardi, quindi Jaguar ha iniziato i colloqui per ingaggiare Alonso per il 2003 e sbarazzarsi di Eddie Irvine, il cui miglior tempo il giorno prima era 1:23.10.

Non è successo perché Briatore gli aveva già promesso un posto Renault occupato da Jenson Button, permettendogli di ottenere la famosa R23 con la quale ottenne la prima pole, il giro più veloce, il podio e la vittoria in Formula 1 l’anno successivo.

Alonso ha fatto alcuni commenti sui suoi test, in gran parte perché Renault e Jaguar gli hanno chiesto di mantenerlo segreto. Tuttavia, lo spagnolo ha mostrato la sua soddisfazione per l’interesse britannico. “Se mi vogliono, per me va bene. Altre squadre si sono già interessate a me in passato e questo mi dà un valore in più. La differenza questa volta è che sono stato su una Jaguar ed è per questo che c’è stato così tanto fanfara. Non penso che influisca sul mio futuro. Sto pensando solo a Reno”, ha detto.

“Più ci provo in Formula 1, meglio è per me. È il quinto o sesto che ho guidato e ho fatto davvero bene. Ho fatto il quarto tempo con 16 vetture in pista e una macchina solitamente una delle l’ultimo è essere felice. Iniezione morale e buona la mia foto”.

READ  Il programma e dove guardare Nadal in TV oggi