Maggio 22, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Farrokito: “Il flamenco è la forza numero uno per il turismo, i tori non ci sono più”

Zamora (Spagna), 6 febbraio (EFE). – Il ballerino Juan Manuel Fernandez Montoya “Farroquito” ha affermato che il flamenco è il motore turistico internazionale della Spagna e l’elemento più popolare del paese per i turisti stranieri, riconoscendo che questa antica arte andalusa condivideva con i tori ma che secondo lui non lo è più. Farroquito ha lamentato la mancanza di sostegno al settore culturale durante la pandemia perché dà l’impressione che non sia importante, ma poi “quando persone dall’estero vengono in Spagna, la prima potenza mondiale del turismo è il flamenco, prima era la corrida e il flamenco , oggi sappiamo già Com’è la storia ed è diventato il primo “, ha detto. Quindi, si è lamentato del fatto che una musica così ricca e che tutti “muoiano” per essa, a volte non è abbastanza apprezzata in Spagna nonostante il fatto che “il vantaggio è per tutti”. Il salvatore ha offerto questo ragionamento in un’intervista a Efe che segna l’inizio del suo quarto anno con lo spettacolo “Intimo”, che la prossima settimana lo porterà a Castilla y León (Spagna centrale) per una tappa successiva al Teatro Nazionale Choillot. a Parigi (16, 17 e 18) e si conclude febbraio a Murcia il 25. Per Farroquito il 2022 è un anno chiave per la conclusione del tour “Intimo”, il 35° anniversario del suo debutto a New York, il 25° anniversario della creazione del suo primo spettacolo “Raíces flamencas”, iniziando due nuove produzioni a partire da settembre e recitando in un documentario. Guardando indietro, Juan Manuel Fernandez Montoya ha ammesso che tutti i tempi fanno parte della crescita e dell’apprendimento come artista e che ora si sta godendo la professione poiché non ha più l’ambizione di mettersi alla prova ed è più concentrato sul “divertirmi nel Teatro”. Secondo lui, la cosa più bella è quello che ha imparato strada facendo, le persone che ha incontrato e “le sensazioni che la musica e l’arte ti danno”. Il documentario, che sarà legato a un nuovo spettacolo, esplora la sua carriera musicale, la sua famiglia, i musicisti che erano i suoi riferimenti e le “grandi persone” con cui ha condiviso l’arte. Tra le altre produzioni che spera di pubblicare dopo l’estate, ha solo avanzato la presentazione di una nuova visualizzazione che è “qualcosa che ho sempre avuto ma non ho mai visto”. Questo bisogno di dire qualcosa di nuovo e diverso che raggiunga le persone è una delle sue sfide dopo molti anni di esperienza ed è qualcosa che raggiunge anche grazie al pubblico, che li mantiene motivati ​​e motivati, perché “se perdi la speranza, sii creativo e cauto ”. Per ora Farruquito punta su “Intimate”, uno spettacolo che lascia spazio all’improvvisazione, con una struttura e un arrangiamento predeterminati, ma “le cose accadono come ci sentiamo”, ovvero “lo stato d’animo, il suono o l’energia del pubblico”. L’illuminazione consente di adattare questa produzione a spazi di diverse dimensioni e design, dove un gruppo di persone “condivide la musica e allo stesso tempo racconta chi sono individualmente”, il che significa che tutti i tipi di pubblico possono connettersi con lo spettacolo, sia sono intenditori di flamenco come se non fossero così. “Alla fine, non dobbiamo capire cosa stiamo vedendo in termini di trasmissione del messaggio, eccitazione e divertimento”, ha sottolineato. Quindi l’ultimo tour internazionale di Intimo di quest’anno prevede tappe in Francia, Giappone o Stati Uniti, dove si concluderà alla fine dell’estate. Farroquito ha ammesso il suo privilegio perché durante la pandemia ha potuto portare avanti i progetti che presenterà per la prima volta quest’anno mentre altri recensori di arte andalusa sono più o meno meritevoli di ciò che meritano e non possono farlo perché sono “un poco deserta”. Alberto Ferrera

READ  La cantante Becky G parla di temi di attualità in "Faccia a faccia con Becky G" su Facebook | social network | intrattenimento