Febbraio 2, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il petrolio del Texas è sceso dello 0,86% a 78,28 dollari al barile

Questo contenuto è stato pubblicato il 29/dic/2022 – 14:54

New York, 29 dicembre (EFE). – Il prezzo del petrolio Texas Intermediate (WTI) ha aperto questo giovedì con un calo dello 0,86%, a 78,28 dollari al barile, a causa della ripresa dei casi di Covid-19 in Cina – il più grande importatore di greggio – e dell’ambiguità di prospettive di aumento della domanda.

Alle 9:00 ora locale di New York (14:00 GMT), i future sul greggio West Texas Intermediate con consegna a febbraio erano in ribasso di 68 centesimi rispetto alla chiusura del giorno precedente.

“L’incertezza associata al rapido aumento dei casi di COVID-19 in Cina pesa sul precedente ottimismo secondo cui la riapertura della Cina sarà positiva per le prospettive della domanda”, ha dichiarato giovedì Tom Esay in The Sevens Report.

E l’economista osserva che se gli ospedali iniziano a raggiungere la loro capacità e i tassi di mortalità aumentano a causa della nuova ondata di casi, “le possibilità che il governo cinese restituisca le restrizioni imposte al virus Corona aumenteranno drasticamente, e questo paralizzerà la domanda”.

Gli investitori sono anche in attesa dei dati ufficiali del governo sulle scorte di petrolio greggio degli Stati Uniti che verranno rilasciati oggi, un giorno più tardi del solito a causa di un giorno festivo di lunedì. EFE

syr-rh/psh

� EFE 2022. La ridistribuzione e ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe è espressamente vietata, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA