Dicembre 8, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il presidente italiano sostiene programmi a sostegno dei giovani scienziati

Il presidente italiano sostiene programmi a sostegno dei giovani scienziati

Secondo un comunicato pubblicato lunedì sul sito ufficiale del Presidente, nel suo discorso di apertura della giornata, Mattarella “ha parlato in particolare dell’importanza di sostenere i giovani ricercatori e di permettere loro di esprimere il proprio talento. in Italia”.

“Tutte le forze sociali devono contribuire a questo sforzo congiunto”, ha affermato il capo dello Stato, perché attualmente “le nostre risorse globali dedicate alla ricerca scientifica sono limitate rispetto agli standard che dobbiamo raggiungere”.

“I nostri giovani ricercatori sono bravi, eccellono in tutti gli ambienti e si distinguono per la loro qualità in molti laboratori del mondo. Rappresentano l’orgoglio del Paese e una forza trainante per l’Europa”, ha sottolineato il Presidente.

“Notiamo che molti giovani vanno all’estero e restano lì, non perché non vogliano lavorare in Italia, ma perché alcune condizioni economiche e professionali nel nostro Paese sono poco aperte, meno competitive”.

Come espresso nel tema scelto per l’ultima edizione dell’evento, il Presidente della Repubblica ha ribadito che “la ricerca è la cura” e ha aggiunto che è “la garanzia del futuro”.

“La ricerca di ieri è già diventata la cura di oggi e la ricerca di oggi curerà domani”, ha affermato, riferendosi specificamente alla lotta per contrastare con successo l’avanzata del Covid-19 nel mondo.

“La drammatica esperienza della pandemia ha dimostrato che i costi umani sarebbero stati molto maggiori senza la rapida scoperta dei vaccini”, ha sottolineato, aggiungendo: “Sarà impossibile fermare questa malattia senza una straordinaria cooperazione globale nella ricerca”.

Crediamo che “questa non costituirà un’eccezione, un esempio per il futuro, un cammino che l’umanità non dovrà abbandonare”, da dire “con ancora maggiore speranza in una stagione segnata da conflitti sanguinosi e sconvolgenti”. Perché “la collaborazione nella ricerca non deve essere fermata da guerre e tensioni geopolitiche”.

READ  Le proteste contro le misure antigovernative si stanno diffondendo in Austria e in Italia

“Infatti, la collaborazione tra scienziati per raggiungere i migliori obiettivi comuni dell’umanità può creare anticorpi contro l’escalation dei conflitti”, ha aggiunto Mattarella.

mem/ort