Novembre 29, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

In India aumentano i casi di dengue

NUOVA DELHI, 12 novembre (Prinsa Latina) L’India ha registrato più di 83.000 casi di febbre dengue a ottobre scorso, secondo i dati del National Center for Vector Control, diffusi oggi.

Il portale “Down to Earth” ha indicato che la continua diffusione di questa malattia, che il mese scorso è stata la peggiore con 20.000 casi, è dovuta al ritiro tardivo del periodo dei monsoni piovosi.

In India, il numero di mesi adatti alla trasmissione della dengue da parte delle zanzare Aedes aegypti e Aedes albopictus è aumentato a 5,6 mesi all’anno.

Attualmente, Aedes aegypti è diffuso nel sud del paese, la costa orientale, gli stati nord-orientali e le pianure settentrionali, mentre Aedes albopictus domina le coste orientali e occidentali, gli stati nord-orientali e il basso Himalaya.

I ricercatori prevedono che Aedes aegypti si diffonderà nelle aree calde e aride del deserto del Thar, noto anche come il Grande deserto indiano, nell’India nord-occidentale e nel Pakistan orientale, e Aedes aegypti nel freddo Himalaya a causa del cambiamento climatico. ..

I casi di dengue in India di solito iniziano a comparire dopo il monsone, a luglio e agosto, e durano fino alla fine di novembre e talvolta fino a dicembre.

La durata dell’epidemia dipende dalle precipitazioni e dalla temperatura, dove 30-32 gradi sono favorevoli allo sviluppo della dengue.

Le aree costiere dell’India sono ancora l’epicentro dei casi di dengue, ma con l’urbanizzazione e il cambiamento climatico, si prevede che la distribuzione di questa infezione aumenterà in futuro e i mesi di trasmissione continueranno fino a 12 mesi nella maggior parte degli stati. Gli esperti avvertono.

m / ab