Dicembre 7, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

In rialzo anche il rendimento dei titoli a 3 mesi di Investing.com

© Reuters.

Di Kargwan Cruz

Investing.com – Un nuovo avviso di recessione si riflette sui rendimenti dei Treasury. Ora sta anche salendo a livelli elevati, provocando un’altra curva invertita con un altro segnale di potenziali rischi di fronte a una possibile recessione economica.

La curva tra la curva a 10 anni è già stata invertita da settimane, con le recenti turbolenze del mercato obbligazionario, che hanno generato volatilità e ansia.

In effetti, i titoli a lungo termine dovrebbero riflettere un rendimento più elevato, poiché comportano un rischio maggiore nel tempo e, quando è il contrario, il mercato comprende che gli investitori sono vigili di potenziali crisi imminenti.

“Riteniamo più importante quando si anticipa una possibile recessione, il fatto che la curva si inverta rispetto ai rendimenti a breve termine, ovvero un rendimento obbligazionario a 1 o 3 mesi è superiore a un rendimento obbligazionario a 5 mesi o 10 anni”, ha spiegato di recente un’analisi sulla vicenda Link Securities.

Come ha spiegato, in questo caso le banche che si finanziano a brevissimo termine e prestano a medio o lungo termine non avranno incentivi a prestare denaro e le operazioni non saranno redditizie. Ciò può prelevare liquidità dal sistema e influire sull’economia.

Infatti, ieri ha toccato un massimo storico del 4.040% ed è stato posizionato sopra il 4032%.

Tuttavia, la volatilità si è successivamente attenuata e la curva ha smesso di invertire, con il rendimento del titolo a tre mesi sceso al 4.032% e il rendimento del titolo a 10 anni molto vicino al 4034%.

Non basta investire un giorno o due. Campbell Harvey, professore di finanza alla Duke University, ha spiegato in un rapporto di MarketWatch che semplicemente invertirlo a un certo punto non è sufficiente per iscriversi e dire che sta lampeggiando un'”icona rossa”, ma è sicuramente un'”icona arancione”. Ha aperto la strada all’uso delle curve dei rendimenti del mercato obbligazionario come strumento di previsione.

READ  La Cina ha vietato il bitcoin nel 2017, ma poi è stato il massimo storico