Maggio 21, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Germania porta l’Italia in tribunale per il risarcimento nazista

Prima modifica:

L’Aia (AFP) – La Germania ha intentato una causa contro l’Italia presso la Corte internazionale di giustizia (ICJ) venerdì, sostenendo che Roma ha continuato a chiedere un risarcimento per la seconda guerra mondiale.

Nel 2012, la Corte Suprema delle Nazioni Unite ha stabilito che l’Italia aveva violato i suoi obblighi consentendo un’azione legale per ottenere un risarcimento dalla Germania per le vittime dei crimini nazisti.

Tuttavia, nonostante questa sentenza, i tribunali italiani hanno “ricevuto un numero considerevole di nuove azioni contro la Germania dal 2012, violando l’esenzione dalla giurisdizione di quest’ultima”, afferma Berlin.

In particolare, la Germania condanna la sentenza della Corte costituzionale italiana del 2014, che “consente alle vittime di crimini di guerra e crimini contro l’umanità di intentare cause individuali contro nazioni sovrane”.

La Germania ha affermato che la sentenza è stata “accettata in violazione del diritto internazionale e dell’obbligo dell’Italia di conformarsi alle sentenze del principale organo giudiziario delle Nazioni Unite”.

La Germania insiste sul fatto che almeno 25 nuove cause sono state intentate contro Berlino nei tribunali italiani, secondo la Corte internazionale di giustizia, e che in almeno 15 casi i tribunali italiani hanno “esaminato e deciso ricorsi contro la Germania sulla condotta del Reich tedesco .” Durante la seconda guerra mondiale “La seconda guerra mondiale”.

La Germania, che da anni sta affrontando un numero crescente di casi dinanzi ai tribunali italiani da parte di famiglie di vittime di crimini nazisti, ha presentato una denuncia alla Corte Internazionale di Giustizia nel dicembre 2008.

Berlino sostiene che la questione del risarcimento è stata risolta nel quadro dei trattati internazionali del dopoguerra.

READ  La Juventus di Quadrato non è riuscita a difendere il titolo di Coppa Italia e ha perso in finale contro l'Inter.

L’ICJ dell’Aia è stato creato nel 1946 per risolvere i conflitti tra stati. Le loro condanne sono vincolate e non possono essere appellate, ma non c’è modo per il tribunale di eseguirle.