Ottobre 16, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La metà dei brasiliani pensa che Bolsonaro potrebbe organizzare un colpo di stato, secondo un sondaggio

Il 50% dei brasiliani ritiene che ci sia la possibilità che il presidente del paese, Jair BolsonaroHo provato a ribaltarlo, secondo un sondaggio pubblicato sabato scorso Istituto Datafolha.

Il sondaggio ha anche rilevato che Il 56% sostiene il Congresso per avviare la procedura di impeachmentL’EFE ha riferito che una percentuale simile a quella registrata a luglio (54%), rispetto al 41% che ha rifiutato questa possibilità.

I risultati del sondaggio arrivano settimane dopo tensione istituzionale Tra Bolsonaro, Parlamento e Corte Suprema, che lo ha coinvolto in diverse inchieste su vari temi, tra cui la diffusione di notizie false e antidemocratiche.

in tale contesto, Il 30% dei brasiliani ritiene che ci siano “molte possibilità” che il capo dello stato rompa l’attuale sistema democraticoIl 20% ammette che questo scenario è possibile ma “improbabile”.

Al contrario, il 45% degli intervistati lo ritiene così Non c’è possibilità di un colpo di stato Diretto dal capitano in pensione di esercito.

Inoltre, Il 51% teme il ritorno della dittatura a Brasile, come in realtà è successo con i militari tra il 1964 e il 1985. Questa percentuale è la più alta da quando Datafolha ha iniziato a porre questa domanda nel febbraio 2014.

si bene Il 70% difende che la democrazia è il miglior sistema per il Paese, che è il secondo voto più alto dall’inizio della serie storica, nel 1989; Mentre il sostegno a una dittatura è sceso ai suoi livelli più bassi, solo il 9%.

L’indagine è il risultato di 3.667 interviste a persone di età superiore ai 16 anni Tra il 13 e il 15 settembre, in 190 comuni del Paese. Il margine di errore è di due punti.

READ  Biden valuta l'impatto dell'uragano Ida negli Stati Uniti

Bolsonaro ha guidato il 7 settembre, il giorno dell’indipendenza del Brasile, una giornata nazionale di proteste descritta dai settori politici come non democratica, poiché Ha minacciato di “indurire” la Corte Suprema e di non attuare le sue sentenze.

Il polso tra Bolsonaro e la Corte Suprema è stato lungo e in peggioramento rispetto allo scorso anno.

Il governatore è indagato dalla Corte Suprema sotto Un processo che ha già portato all’arresto di molti attivisti di estrema destra Diffondere notizie false e attaccare le istituzioni statali.

La retorica antidemocratica di Bolsonaro ha suscitato un’ondata di critiche da parte di giudici, parlamentari e persino partiti politici della sua stessa base, in risposta. Si è quasi scusato in un cosiddetto “Messaggio alla Nazione”.

nel messaggio, Bolsonaro invoca “l’armonia” delle forzeHa sottolineato che “non ha mai voluto” “attaccare” le istituzioni e ha chiesto “unità” di fronte ai problemi economici e sociali del Brasile.

Da allora, il presidente che Al suo peggio con i più alti tassi di fallimento da quando è entrato in carica nel 2019Abbassato il tono delle azioni ufficiali a cui ha partecipato.