Novembre 29, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Russia accusa gli Stati Uniti di alzare la posta nel 60° anniversario della crisi dei missili

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 ott 2022 – 10:36

MOSCA, 14 ottobre (EFE): Oggi, il viceministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov ha annunciato che gli Stati Uniti stanno aumentando la loro quota in Ucraina a sessant’anni dalla crisi dei missili cubani, invitando Washington a rendersi conto del pericolo che questa situazione genera.

E il diplomatico russo ha avvertito che «dopo aver ricevuto una risposta decisa dal nostro Paese (durante la crisi missilistica del 1962), Washington, a differenza di sessant’anni fa, continua ad alzare la posta, convinta di poter controllare l’escalation in Ucraina senza subire danni. ” , citando la stampa russa.

“I suoi calcoli sono che attraverso il suo ruolo di burattinaio, gli Stati Uniti continueranno a svolgere azioni militari contro di noi attraverso ucraini, ostaggi e vittime di questa situazione. Tuttavia, è un sogno molto falso”, ha avvertito.

Ryabkov ha invitato a “evitare questo sviluppo degli eventi”.

“È qualcosa che richiede non solo il buon senso, ma affermazioni sull’inammissibilità della guerra che sono state concordate da Russia e Stati Uniti al più alto livello e da un intero gruppo di Stati dotati di armi nucleari”, ha affermato.

Il diplomatico russo ha espresso la sua fiducia che “gli attuali politici americani sono diventati consapevoli delle loro responsabilità per il destino del mondo che sono state mostrate dai leader sovietici e americani durante la soluzione politica diplomatica alla crisi dei Caraibi”.

“Semplicemente non ci sono altre alternative logiche a questo”, ha sottolineato.

Ryabkov ha espresso rammarico per il fatto che la Russia non veda alcun interesse da parte degli Stati Uniti a discutere del conflitto in Ucraina.

READ  Putin prevede di rafforzare la sovranità economica della Russia in questi anni

“Sono rimasti solo canali funzionanti attraverso le ambasciate. Conversazioni telefoniche sporadiche. Se ritengono che non sia necessario nient’altro, supponiamo che questa sia la situazione predefinita, come la loro”, ha affermato.

Il 14 ottobre 1962, gli Stati Uniti scoprirono la presenza di missili nucleari russi a medio raggio a Cuba, che causò una crisi politica e diplomatica tra Mosca e Washington che fu finalmente risolta dal loro ritiro e dalle misure di attenuazione da entrambe le parti.

Nelle condizioni attuali del conflitto in Ucraina, secondo Ryabkov, Mosca “non ha mai rifiutato alcun mezzo di comunicazione”.

“Non c’è iniziativa, nessun suggerimento. Non chiediamo nulla a nessuno. Perché i contatti siano logici, l’interesse di entrambe le parti è essenziale”, ha affermato.

Secondo il viceministro degli Esteri, “i contatti sono stati interrotti dalla parte americana con pretesti a vari livelli”.

Ryabkov ha osservato che anche sulla questione dello scambio di prigionieri con gli Stati Uniti, a cui il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha prestato particolare attenzione, non ci sono progressi.

Tuttavia, ha riconosciuto che Washington e Mosca continuano a discutere la possibilità di convocare un comitato consultivo bilaterale sul Nuovo Trattato START, che è stato prorogato nel febbraio 2021.

“Non c’è niente di specifico, ma tutto sta succedendo. Informeremo quando verrà raggiunto un accordo. È ancora troppo presto per parlarne”, ha affermato.

Nonostante ciò, ha minimizzato le attuali manovre di contenimento nucleare di Steadfast Noon dell’alleanza nucleare, affermando che “non rappresentano nulla di insolito, è qualcosa che accade periodicamente”.

Ma si è scoperto che si tratta di una violazione del regime di non proliferazione nucleare, in cui è consentito dotare gli stati non dotati di armi nucleari con armi di questo tipo.

READ  Sono riuscito ad estrarre circa 200 euro

“Senza dubbio, lo stiamo seguendo da vicino e ne stiamo tenendo conto per essere consapevoli di ciò che sta accadendo da parte della NATO”, ha aggiunto. EFE

alce / jack

EFE 2022. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi EFE, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA, è espressamente vietata.