Ottobre 25, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lellini sottolinea che nonostante le sconfitte, i giocatori credono ancora in lui

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 ottobre 2021 – 01:18

MESSICO, 3 OTTOBRE (EFE): L’allenatore argentino Andres Lelini della squadra di calcio messicana Pumas Onam ha confermato domenica che nonostante la mossa sbagliata della sua squadra, la sua retorica non si è esaurita e i giocatori gli hanno ancora creduto.

“Le mie parole non sono state perse, i giocatori mi hanno creduto, se così non fosse non saremmo arrivati ​​al gol del nemico sei o sette volte, il problema è il gol”, ha spiegato il tecnico dopo la sconfitta per 2-0 contro l’America venerdì. Dodicesima Giornata di Apertura 2020.

L’America ha dominato il duello nel primo tempo dopo un gol del Paraguay Richard Sanchez. Nella ripresa le linee dei Pumas avanzano alla ricerca del pareggio, ma senza gol. Gli Eagles hanno segnato 2-0 con Mauro Linez nel recupero.

Con il vacillante contro gli Eagles, Pumas ha aggiunto cinque date consecutive senza vittorie, una situazione che Lellini ha capito essere un duro colpo da cui si sarebbero ripresi.

“È un duro colpo, ma sono sicuro che questi ragazzi continueranno così. Non mi nasconderò mai, dicendo loro di continuare a credere in noi perché miglioreremo”.

I Pumas sono rimasti a otto punti e sono arrivati ​​17° su 18 squadre. Accumulano una vittoria, cinque pareggi e sei battute d’arresto, un posto che lo stratega ha sottolineato non era degno dell’impresa.

“Il problema è il gol, siamo arrivati ​​e non abbiamo segnato e non posso nascondere questa realtà, perché se non lo facciamo non vinceremo ed è per questo che siamo in una situazione scomoda che fa il club non meritare”.

READ  Astros vs Braves, il mondiale che aspettavi da 60 anni, con grandi sfide

Per quanto riguarda la prestazione della sua squadra contro l’America, Andres Lelini ha sottolineato il numero di arrivi effettuati.

“Siamo di fronte a un avversario in gran parte della gerarchia individuale. Anche se abbiamo creato sei o sette gol e non ne abbiamo fissato nessuno, quando arrivano segnano e con quello ci colpiscono ed è difficile contatore.”

Lelini ha negato che l’umore sia stato un fattore per non recuperare dal primo gol dell’avversario.

“Non passa per l’anima. La squadra non si riprende perché non ha segnato, ma non abbiamo smesso di raggiungere, avevamo la palla in palo, hanno raggiunto meno di noi, ovviamente abbiamo avuto una risposta”.

Nella tredicesima giornata di gara, il Pumas Club ospiterà Juarez il 17 ottobre.

Mi piace / GB / mm

© EFE 2021. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi EFE, senza il previo ed espresso consenso di EFE SA, è espressamente vietata.