Agosto 9, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Punti salienti delle esperienze di Cuba con il cambiamento climatico a Expocaribe

Santiago de Cuba, 25 giugno (ACN) Esperti dei Ministeri della Scienza, della Tecnologia e dell’Ambiente (CITMA) e dell’Agricoltura (MINAG), nonché dell’Istituto Nazionale delle Risorse Idriche (INRH), hanno avvertito oggi dell’impatto del cambiamento climatico sulla Agricoltura cubana, che si può sentire anche nei paesi caraibici. .

Alla presenza di funzionari e uomini d’affari provenienti da Giamaica, Martinica, Trinidad e Tobago, Belize, Gambia e Cuba, che hanno partecipato all’International Expocaribe, hanno presentato le esperienze e le opere delle più grandi Antille nell’affrontare i pericoli, le debolezze e i rischi dovuti a questo fenomeno e come sopportare la necessaria mitigazione e adattamento.

Leggi: Expocaribe, un baluardo dell’integrazione regionale (+ foto)

Dottorato di ricerca in scienze Ida Ines Pedroso Herrera, dell’Istituto di Geofisica e Astronomia (CITMA) dell’Agenzia ambientale, ha notato gli effetti dei cambiamenti climatici sulla perdita di superficie terrestre dovuta all’aumento del livello del mare, alla diminuzione delle risorse idriche e all’agricoltura rese e la crescente vulnerabilità degli insediamenti umani nelle aree costiere.

Dopo aver evidenziato gli studi che sono stati condotti e i piani a livello statale – sia di comunità che di consigli popolari – volti a prevenire e ridurre questi pericoli, ha sottolineato come obiettivi di lavoro migliorare e accrescere la conoscenza dei loro scenari, proporre misure efficaci, tra cui in vista degli anni 2050 e 2100 .

Lei e Yamilé Lamothe Crespo, vicedirettore di Scienza, Tecnologia, Innovazione e Ambiente presso MINAG, hanno convenuto che, a causa della sua vicinanza e delle condizioni naturali simili ad altre isole dei Caraibi, alcune misure di ricerca e adattamento sui cambiamenti climatici potrebbero essere utili nell’intera regione.

Lo specialista ha ampiamente affermato che la siccità, la ridotta disponibilità di acqua, il comportamento al livello del mare e l’aumento delle temperature stanno già avendo un impatto sul suolo, sull’agricoltura e quindi sulla produzione alimentare, nonché sugli ecosistemi costieri. aprire.

READ  COVID en España, en directo hoy: Ómicron, restricciones, vacunas, nuevas cepas... | Ultima ora

Ha osservato che Cuba ha un programma nazionale per mitigare i rischi e i rischi previsti, noto come Life Task, e ha anche un programma per l’agricoltura sostenibile e la sicurezza alimentare, soprattutto quando anche lo scenario o l’equilibrio agricolo è sfavorevole, come dimostra quel 70% dei suoi suoli hanno almeno un fattore limitante.

Spiegando la situazione per quanto riguarda le risorse idriche cubane, Argelio Fernandez Richelmi, Direttore di Idrologia presso l’Istituto Nazionale delle Risorse Idriche di Cuba, ha affermato che i maggiori incidenti di cambiamento climatico si manifestano nella disponibilità quantitativa di acqua, nel verificarsi di eventi estremi e nel deterioramento. Per la qualità di questa risorsa naturale.

Ha spiegato come lo Stato, per il necessario adattamento (flessibilità), stia sviluppando una serie di misure volte a ridurre le perdite d’acqua attraverso un uso più efficiente, ripristinarne e proteggerne la qualità, cercare nuove fonti di approvvigionamento e ridurre l’impatto delle inondazioni. .

A livello nazionale, sono in corso lavori per ridurre la vulnerabilità di 15 aree prioritarie, comprese quelle nel sud di Artemisa e Mayabeque, le falde acquifere nel nord di Ciego de Avila e quelle che riforniscono la città di Manzanillo, nonché il Malecon all’Avana.

foto_5024237217010264592_y.jpg

foto_5024237217010264588_y.jpg


foto_5024237217010264590_y.jpg

foto_5024237217010264591_y.jpg