sabato, Giugno 22, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Bayonetta Origins: Cereza and the Lost Devil: Nintendo scommette su una storia fantasy innovativa

Non più di sei mesi di giocatori ricevuti Baionetta 3 con piacere. Questo è il pezzo finale della trilogia che ha prodotto Giochi di platinoCi sono voluti molti anni di attesa, ma il risultato è stato sorprendente. L’esclusiva per Nintendo Switch è stata così elogiata dalla critica generale e specializzata che la prestigiosa organizzazione The Game Awards le ha assegnato il premio “Miglior gioco d’azione” per l’anno 2022. Nel 2023 troviamo qualcosa di diverso e familiare allo stesso tempo: Uno spin-off della strega e del suo fedele demone.

Prima di tuffarci in questo nuovo progetto, ricapitoliamo un po’ di cosa tratta questo lavoro e perché la comunità di gioco lo ama. Per contestualizzare, la saga è nota soprattutto per la sua estetica unica, che combina elementi della moda e della cultura pop, con una narrativa cupa e tenebrosa. È anche vestita fino ai gomiti, grazie alle sue scene hollywoodiane e al suo ironico senso dell’umorismo. Tuttavia, dobbiamo chiarire che non è un gioco per tutti i tipi di pubblico, in quanto ha sicuramente generato un bel po’ di polemiche a causa del suo design del personaggio femminile troppo sessualizzato e del design del gioco con un alto grado di sfumature adulte. Tutte e tre le puntate fino ad oggi presentano sistemi di gioco intensi e stimolanti, con impostazioni di combattimento profonde che combinano attacchi in mischia e magici.

Ma, Bayonetta Origins: Cherry e il diavolo perduto Allontanarsi dal genere a cui siamo abituati, per virare verso uno stile innovativo. Questa nuova versione ha un approccio più orientato alla narrazione, con una buona dose di esplorazione ed enigmi, che si lascia alle spalle – quasi – esattamente l’azione selvaggia che ha causato così tanta adrenalina nei giochi precedenti. Una volta avviato il gioco, conosciamo le origini di Cereza, che verrà poi battezzata Bayonetta, e come si è creato il primo incontro con il suo compagno Cheshire. Pertanto, in questa recensione non approfondiremo la storia, perché è quanto di più ricco ci può regalare questa esperienza e non vogliamo rovinarvi la sorpresa.

READ  Il design del chip più potente per le nuove GPU AMD RX 8000 è stato filtrato

Dal momento in cui vediamo il primo film, ci sembra di essere in una fiaba classica. Anche se, ovviamente, uno dei principali nemici del piccolo eroe sono le fate. Come giocatori, uno dei nostri primi compiti è entrare in una foresta magica abitata da queste entità malvagie che catturano gli esseri viventi e ne assorbono l’essenza fino allo sfinimento. Pertanto, molti normali avversari o persino capi sono associati a fate e creature di natura simile.

Il lavoro audiovisivo che PlatinumGames ha ricreato in questo sottotitolo è il motivo più attraente e motivo per acquistare questo prodotto. Sia nella lingua originale che nell’interpretazione inglese, i narratori delle origini di Bayonetta brillano come non mai. I suoni che hanno scelto per raccontarci l’aspetto di Cereza e Cheshire sono perfetti, e sono integrati in modo molto elegante da una colorata sezione artistica che si sovrappone Anime pigmenti e acquerelli. La colonna sonora all’inizio ci è sembrata un po’ tiepida (cosa che raramente rappresenta nel franchise), ma dalla seconda metà del gioco è diventata qualcosa di più solido e ci soddisfa con tutta la sua magnificenza e qualità.

Questo titolo non è eccessivo in termini di difficoltà, ma non è neanche una passeggiata come quelli di Kirby. In particolare ci sono voluti alcuni 20 ore Completa il gioco con tutte le sue attività secondarie, ma se sei interessato solo alla trama principale, probabilmente possiamo finirlo in metà tempo. Allo stesso modo, tutti i contenuti alternativi della traccia principale sono divertenti e talvolta stimolanti. Ci imbattiamo in puzzle in senso antiorario che mettono davvero alla prova la nostra abilità con i controlli.

READ  Il Baath è ancora vivo e unisce queste notizie

C’è una dualità intrinseca in questo gioco, in quanto viene venduto come esperienza per giocatore singolo, ma la sua struttura tecnica ci consente di ospitare facilmente una sorta di cooperativa locale. Questo perché il Joycon sinistro serve per controllare Cherry, mentre quello destro è compatibile con Cheshire; Quindi, tra due utenti che possono ripercorrere insieme l’intera storia in modo coordinato. In questo modo, tutte le battaglie contro gli avversari e gli enigmi multipli possono essere superati in modo più efficiente.

Ritmo Origini Bayonetta L’essenza unica e l’unicità di PlatinumGames. Proprio come abbiamo visto nella trilogia originale, il gioco inizia in modo calmo, simile a quello che offrono le avventure grafiche e può peccare per eccesso di semplicità, ma gradualmente la proposta assume un carattere sempre più labirintico e complesso. Grazie al buon intervento del team di sviluppo e a un lavoro di ottimizzazione impeccabile, Nintendo Switch consente comunque una fluidità che non ostacola l’immersione.

Conoscere il background di Cereza e del suo compagno demone è qualcosa che aspettavamo dal 2009 con la sua prima apparizione sulla scena dei videogiochi. Questa avventura ci permette, da un punto di vista più soft, di esplorare le motivazioni che l’hanno portata ad essere una delle streghe più temute e potenti della cultura pop.

Continuare a leggere:

Cosa aspettarsi da Diablo IV, la grande promessa di Blizzard per quest’anno
Chia, Journey arriva a metà strada
Destiny 2: Lightfall, Infinity War è andato storto
Nevio Buratti
Nevio Buratti
"Evangelista di zombie dilettante. Creatore incurabile. Orgoglioso pioniere di Twitter. Appassionato di cibo. Internetaholic. Hardcore introverso."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles