Maggio 16, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Biden annuncia 800 milioni di dollari in aiuti militari all’Ucraina

Giovedì 21 aprile, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato un secondo pacchetto di aiuti militari da 800 milioni di dollari all’Ucraina.

L’annuncio è arrivato dopo che Biden ha incontrato il primo ministro ucraino Dennis Shmyal a porte chiuse alla Casa Bianca.

Il nuovo pacchetto include armi che secondo gli Stati Uniti saranno parte integrante della risposta all’offensiva russa nell’Ucraina orientale, come obici, 144.000 proiettili e droni tattici.

Il presidente ha spiegato che l’assistenza diretta dagli Stati Uniti, così come gli sforzi per facilitare le spedizioni militari internazionali, possono consentire “all’Ucraina di impedire alla Russia di conquistare il paese” e ha sottolineato la necessità di “accelerare questo pacchetto di assistenza per aiutare a preparare l’Ucraina nel nazione.” Contrasta l’attacco della Russia, che sarebbe geograficamente limitato, ma non brutale”.

Biden ha sottolineato che con questo pacchetto gli Stati Uniti hanno quasi esaurito l’autorizzazione concessa dal Congresso ad armare l’Ucraina e ha affermato che, la prossima settimana, chiederà ai legislatori un budget aggiuntivo per garantire il continuo flusso di armi “ininterrotto”.

L’amministrazione Biden ha stanziato ulteriori 500 milioni di dollari in aiuti finanziari all’Ucraina, portando gli aiuti economici negli ultimi due mesi a 1 miliardo di dollari.

Il dipartimento ha anche lanciato un nuovo programma di immigrazione per i rifugiati ucraini per accelerare il processo per coloro che hanno uno sponsor, come un familiare o una ONG.

“Questo programma sarà rapido, snello e assicurerà che gli Stati Uniti adempiano ai propri obblighi nei confronti del popolo ucraino, che non ha bisogno di passare attraverso il nostro confine meridionale”, ha affermato Biden.

READ  Vienna si rifiuta di aprire canali legali per i rifugiati afghani su richiesta di Bruxelles

Allo stesso modo, Biden ha anche annunciato che avrebbe vietato alle navi russe di attraccare nei porti americani.

“Ciò significa che nessuna nave battente bandiera russa o di proprietà o gestita da interessi russi sarà in grado di attraccare nei porti statunitensi o raggiungere le nostre coste”, ha affermato Biden, aggiungendo che è “un altro passo fondamentale che stiamo affrontando con i nostri partner. “