Maggio 21, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Boxeo de Cuba gareggerà nei circuiti professionistici

I campioni olimpici Julio Cesar La Cruz, Arlene Lopez, Roniel Iglesias e il senso del momento in cui Andy Cruz debutterà nella boxe in affitto come parte del Team Domadores de Cuba il prossimo maggio, il manager designato nello spazio radiotelevisivo di The Round Table.

Il Team Antilles, attuale campione olimpico e mondiale, combatterà il 20 maggio ad Aguascalientes, in Messico, in una partita di sei round che sarà trasmessa da ESPN Knockout su tutto il territorio latinoamericano.

Puig ha sottolineato che la strategia cubana risponde allo sport continuo e alla preparazione agonistica dei suoi pugili per mantenere la disciplina in prima linea nell’arena internazionale e contribuire al beneficio economico dei pugili, dello staff tecnico e dei medici che lavorano con la squadra.

Da tre anni e mezzo la Federazione cubana di pugilato cerca di raggiungere un accordo che risponda alla filosofia dello sport nazionale e agli interessi degli atleti che si alleneranno nel paese e poi gareggeranno con i loro allenatori e medici per tornare più tardi all’isola.

Ha detto che nella prima fase le principali figure nazionali combatteranno come una squadra e avranno un contratto triennale, che richiederà una maggiore preparazione degli atleti e un reddito migliore che può arrivare all’80 per cento.

Ha detto che prima di escludere un torneo professionistico sull’isola quest’anno, Domadores de Cuba conterrà fino a cinque poster, gli allenatori prenderanno il 15% dei profitti e il personale medico prenderà il 5%.

Inoltre, ha notato che Cuba dal 2014 al 2018 ha partecipato ai Campionati del Mondo e ha vinto tre volte la Coppa per certificare il potenziale dei rappresentanti delle più grandi Antille di avere successo nelle arene professionistiche.

READ  Aguirre conferma che la città colombiana e Las Vegas cilena non saranno scelte

Alle Olimpiadi del 2016 a Rio de Janeiro, molti cubani hanno affrontato pugili charter, e hanno già collezionato 22 vittorie contro professionisti senza nessuna sconfitta per acquisire esperienza, qualità e tecnica.

Sempre secondo il commissario nazionale, la riduzione da otto a sette divisioni per la sezione maschile ai Giochi Olimpici di Parigi 2024 imporrà una condizione aggiuntiva alle rivendicazioni di boxe nella più grande delle Antille.

Ha sottolineato che per un paese come il nostro, tradizionalmente rappresentato da atleti con possibilità di medaglia nella maggior parte delle categorie, lasciare prima un rappresentante ci costringe a scegliere meglio ed essere più efficienti.

Ha aggiunto che la nuova iniziativa fa parte della strategia di sviluppo della boxe dell’isola per aumentare il pubblico e perseguire il talento dalla base.

Jha / sono