Novembre 30, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Come funzionano gli stipendi in Spagna e Italia?  Te lo diciamo

Come funzionano gli stipendi in Spagna e Italia? Te lo diciamo

Sempre più persone provenienti da luoghi diversi cercano di emigrare in altri paesi alla ricerca di migliori opportunità che permettano loro di far fronte alle spese familiari o di realizzare sogni diversi. 133.936 colombiani risiedono legalmente in Spagna. Secondo OpenData.

Secondo i dati di Ministero spagnolo per l’inclusione, la protezione sociale e la migrazioneNel 2022 nel paese sono stati registrati in totale 629.815 immigrati, con un aumento del 7,5% rispetto al 2021. Di questi, 315.885 sono colombiani, il che li rende la seconda nazionalità più numerosa dopo i venezuelani (220.461).

In Italia, invece, il numero degli immigrati nel 2022 è stato di 523mila, con un incremento del 5,4% rispetto all’anno precedente. da loro, 182.000 colombiani, rendendoli la quarta nazionalità più grande. dietro rumeni (280.000), albanesi (190.000) e marocchini (150.000).

Lì si concentrano i colombiani immigrati in Spagna Madrid, Barcellona, ​​Valencia, Malaga e Siviglia; Gli immigrati in Italia erano concentrati principalmente a Milano, Roma, Napoli, Genova e Torino.

Stipendi in Spagna e Italia, come funziona?

annualmente, La Spagna fissa un salario minimo occupazionale (SMI). È stato stabilito, nel 2023, a un totale di 1.080 euro al mese (più di 4 milioni di pesos colombiani) e oltre. 15.120 euro l’anno (poco più di 65 milioni), Lo spiega il Ministero del Lavoro e dell’Economia Sociale del Paese attraverso il Regio Decreto 99/2023.

Oltre allo stipendio base I datori di lavoro devono pagare un extra cioè lavoro notturno; Premio di produzione per qualità o quantità di lavoro; pagamenti straordinari; tra gli altri. Allo stesso modo, hanno l’obbligo di fornire una ricevuta che giustifichi quanto affermato.

Da parte sua, in Italia, La retribuzione è liberamente stabilita tra azienda e lavoratore; Deve essere “proporzionato alla quantità e alla qualità del tuo lavoro”; Tuttavia, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del Paese spiega che sia il lavoratore che la sua famiglia dovrebbero avere abbastanza per condurre una vita libera e dignitosa.

READ  Italia e Francia frenano il calo delle esportazioni di Córdoba

Guarda anche:

Quali aree sono molto richieste?

Sia in Spagna che in Italia, le aree legate alla tecnologia, all’ingegneria e alla sanità sono molto richieste. specifica, Profili più cercati: Sviluppatori di software, ingegneri informatici, analisti di dati, ingegneri meccanici, ingegneri elettrici, ingegneri delle telecomunicazioni, medici, infermieri e fisioterapisti.

Come lavorare in questi paesi

Per lavorare in Spagna o in Italia è necessario ottenere un permesso di lavoro e il processo per ottenerlo varia solitamente a seconda della nazionalità del richiedente.

Tuttavia, queste sono informazioni generali. In Spagna i cittadini dell’Unione Europea possono lavorare senza permesso di lavoro, mentre i cittadini di altri paesi possono ottenere un permesso di lavoro tramite un’azienda spagnola. Per fare ciò, l’azienda deve richiedere un permesso di lavoro alla Direzione Generale della Migrazione.

In Italia i cittadini dell’Unione Europea possono lavorare senza bisogno di un permesso di lavoro. I cittadini di altri paesi possono ottenere un permesso di lavoro tramite un’azienda italiana. Per fare questo l’azienda deve richiedere un permesso di lavoro al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Molto Paesi come l’Italia e la Spagna hanno economie forti e un alto tenore di vita, quindi prima di scegliere dove andare, è importante sapere qual è il costo della vita in ogni località per analizzare i pro e i contro.