Aprile 22, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Descrivono gli attacchi in Vietnam come atti organizzati e disumani

Descrivono gli attacchi in Vietnam come atti organizzati e disumani

L’agenzia di stampa ha citato la squadra dicendo che questi eventi mostrano grande barbarie ed estremo pericolo a causa delle loro ripercussioni particolarmente pericolose, creando uno stato di insicurezza e agitazione nella città.

Nell’annunciare i risultati delle indagini finora e la prima dichiarazione di alcune persone coinvolte nei fatti, il portavoce ha sottolineato che tali azioni, che hanno causato la morte di nove persone, devono essere fermamente condannate e severamente risolte davanti alla legge.

Secondo la spiegazione iniziale, ha detto, a queste persone è stato ordinato di incontrare funzionari governativi e agenti di polizia della comunità, con l’intenzione di ucciderli e rubare le loro proprietà e armi.

An Ho ha affermato che le forze di polizia e le relative unità, con il supporto dei residenti locali, hanno finora arrestato 46 persone.

Gli attacchi armati sono avvenuti contro la sede del Comitato popolare nelle città di Ea Teo e Ea Ktur, negli altopiani della provincia di Dak Lak, all’alba dell’11 giugno.

Di conseguenza, nove persone hanno perso la vita, tra cui il segretario del Comitato comunitario di Ia Ktur del Partito comunista del Vietnam, il presidente del Comitato popolare della comune di Ia Teo, quattro poliziotti e tre abitanti del villaggio.

Per controllare la situazione in città, il Ministro della Pubblica Sicurezza vietnamita, Tu Lam, e il Vice Ministro Lung Tam Quang hanno ordinato l’adozione di misure per arrestare tutte le persone coinvolte nella clandestinità, confiscare tutte le armi e materiali esplosivi e garantire il sicurezza assoluta dei soldati. popolazione.

Subito dopo aver appreso i fatti, il Vice Primo Ministro Trần Le Quang ha visitato le famiglie delle persone uccise e ferite negli eventi, e il Vice Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Popolare del Vietnam, Col. Houyên Chien Thang, ha visitato i luoghi dove il sono avvenuti gli attacchi.

READ  La colombiana Juanita Guertos è stata nominata responsabile per le Americhe di Human Rights Watch | internazionale | Notizia

Nel frattempo, il ministro della Pubblica Sicurezza ha concesso promozioni anticipate ai quattro ufficiali e poliziotti sacrificati e, in collaborazione con il governo locale, ha fornito assistenza alle famiglie delle vittime e dei feriti negli incidenti.

ing / mb